Pallacanestro Roseto 1946 – Aget Imola 92-95

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

900



ROSETO. L'anticipo televisivo ha un sapore assai amaro per la Pallacanestro Roseto 1946 che dopo tre vittorie vede interrompersi la sua striscia positiva al Pala Maggetti contro una diretta concorrente per la salvezza, l'Aget Imola. I padroni di casa si arrendono alla serata di grazia dei tiratori avversari che chiudono la gara con il 63% da tre punti, triple piazzate sempre nei momenti chiave della partita quando i biancazzurri provavano a riaprire la gara.
Trullo sceglie di cominciare con Fulvio in regia, Ruini guardia, Pinnock ala piccola, Ringstrom ala forte, Lloreda pivot. Il panamense fa così il suo esordio in campionato. Dall'altra parte Bianchi opta per Sorrentino play, Swann guardia, Pugi ala piccola, Canavesi e Joe Bunn sotto i tabelloni.
Nel primo quarto subito ospiti aggressivi con Pugi in grande spolvero, autore di nove punti in quattro minuti. E' lui il terminale offensivo preferito da Imola che fatica invece in difesa a contenere lo strapotere fisico di Lloreda. Bunn paga il mismatch in termini di altezza il panamense è protagonista in positivo in attacco ma in difesa commette subito due falli e Trullo getta nella mischia Casoli. Pinnock entra in partita con cinque punti in un batter d'occhio ma non bastano a riacciuffare la parità che sfugge nuovamente a causa della mano bollente di Swann che martella il canestro dalla linea dei 3 punti. Ringstrom prende il ritmo giusto e finalmente la band di Trullo mette la testa avanti a 100 secondi dalla fine del periodo con due liberi di Casoli: 23-22. Uno 0-4 di parziale manda le squadre dai rispettivi tecnici sul 23-26 con Bunn che esce con 0/6 dal campo e 6/6 dalla lunetta.
Si torna sul parquet del Pala Maggetti e Roseto mette subito dentro la voglia di recuperare. Borsato e Ruini sono micidiali dalla linea dei 6,25 e Lloreda regala lampi di autentica potenza sotto canestro ma tutto questo non basta per centrare il sorpasso. Ruini da tre mette il 36-39 e Trullo chiama il time out per mettere ordine nelle idee dei suoi. Canavesi prima e Swann poi portano Imola al + 6, ma Lloreda incanta tutti entrando in area come un treno e sveglia anche Pinnock, insolitamente poco preciso nel contropiede coast to coast. Il compagno di nazionale panamense in transizione firma il 40-44 e Bianchi chiama il time out. Canavesi e Pugi si rivelano letali dalla distanza e Imola trova il massimo vantaggio a poco più di un minuto dall'intervallo, 42-50. Pazzi in lunetta fa 2 su 2 ma commette infrazione di passi sul possesso successivo e Roseto non riesce ad accorciare subito. A tenere in equilibrio le sorti ci pensa Pinnock con una tripla da 7 metri a fil di sirena che manda le squadre all'intervallo sul punteggio di 47-50. Malgrado una stratosferica percentuale da 3 degli avversari (67%) Roseto è pienamente in partita grazie ad un super Lloreda (10 punti per lui) e all'esperienza di Casoli 4 punti e tanta sostanza sotto i tabelloni.
Nel terzo quarto è capitan Ruini a suonare la carica con una bomba in avvio. Fulvio fa esplodere il Pala Maggetti con una palla rubata e con un assist dei suoi per Pinnock ma Roseto dopo aver fatto 7-0 a Imola subisce lo stesso trattamento (0-7) e il punteggio diventa 54-57. Ancora una volta la mano infallibile dei tiratori da tre dell'Aget manda indietro Roseto che chiama time out sul 59-65. Fulvio mette la bomba quindi Ringstrom sbaglia il tiro aggiuntivo e il punteggio diventa 64-65. I padroni di casa smarriscono la freddezza e permettono agli ospiti un nuovo allungo con Iversen che fa il 66-71 che proprio allo scadere diventa 66-73.
Il grande cuore di Roseto e una bomba di capitan Ruini aprono l'ultimo periodo con i biancazzurri autori di un 5-0. Lloreda viene addirittura triplicato in marcatura ma gli uomini di Trullo non riescono a pareggiare il conto. Pugi dopo un tempo infinito senza canestri fa il 75-80, Lloreda è scatenato ma non basta, Sorrentino da tre sigla il 77-83. Imola scappa avanti fino al + 10, 77-87, ma una tripla di Pinnock dopo due liberi di Lloreda riaccendono la fiammella della speranza per Roseto che sbaglia l'attacco e consente agli avversari di tenere palla sull'82-87. L'incontro termina 92-95 con Ringstrom che sulla sirena mette la bomba da distanza siderale. A Roseto non bastano i 20 punti di Lloreda e i 22 di Pinnock per allungare ulteriormente la sua serie in casa. I biancazzurri con un pizzico di fortuna in più in alcune fasi della gara avrebbero forse scritto una storia diversa ma vanno riconosciuti i meriti di Imola che ha saputo reagire alla sconfitta interna nel derby con Rimini.
IL TABELLINO
Pallacanestro Roseto 1946: Ruini 13(/, 4/9), Borsato 3(/, 1/4), Pinnock 22(5/9,3/8), Ringstrom 14(4/4, 1/4), Fulvio 14(1/1,3/3), Lorenzetti ne(/, /), Pazzi 2(/, /), Lagioia ne(/, /), Casoli 4(1/2, /), LLoreda 20 (8/14, /). All. Trullo
Aget Imola: Swann 11(1/3, 3/7), Valentini 5(1/1, 1/1), Ferri (/, /), Bunn 22(3/8, /), Iversen 8(4/5, /), Fabi 3(/, 1/3), Sorrentino 13(2/3, 3/3), Pugi 19(4/6, 3/3), Righini ne(/, /), Canavesi 14(5/7, 1/2). All. Bianchi.
Parziali: 23-26, 47-50, 66-73.
Tiri da 2: Roseto 19/30, Imola 20/33. Tiri da 3: Roseto 12/28, Imola 12/19. Tiri liberi: Roseto 18/22, Imola 19/19.
Arbitri: Weidmann, Provini, Rostain.
Spettatori: 1800 circa.
24/11/2008 8.41