2°Div/C. Vince la Vibonese. Altra trasferta amara per la Val Di Sangro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

985



VIBO VALENTIA. Crisi senza fine quella della Val Di Sangro che esce sconfitta anche dal campo della Vibonese. 1-0 per i padroni di casa che costringono gli abruzzesi alla nona partita consecutiva senza vittoria. Addirittura la terza sconfitta consecutiva lontana dal Montemarcone di Atessa.
La Gara è stata segnata dalle avverse condizioni atmosferiche che hanno reso il terreno di gioco ai limiti della praticabilità soprattutto nel primo tempo. La rete che ha deciso il match è stata realizzata al settimo da Ippolito.
Confermati ancora una volta fuori casa tutti i limiti della Val Di Sangro. Segnatamente la preoccupante sterilità offensiva. Ancora una volta i ragazzi di Elio Perri non sono riusciti a realizzare un gol. È la seconda volta consecutiva dopo lo 0-0 interno di sette giorni fa col Gela.
La classifica a questo punto si fa preoccupante. Penultimo posto con soli dieci punti all'attivo in tredici giornate disputate. Solo più uno nei confronti dell'ultima.
Il futuro di Elio Perri sulla panchina della Val Di Sangro, a questo punto, si fa critico malgrado le continue rassicurazioni da parte della dirigenza. Occorre al più presto invertire il trend negativo che vede i sangrini non ottenere i tre punti addirittura dal 14 settembre. Due mesi e mezzo nei quali gli abruzzesi sono sprofondati sempre più in classifica.
Risultato giustissimo per i valori tecnici espressi in campo, con una Vibonese più tonica e motivata. La Val Di Sangro inoltre deve ringraziare il proprio portiere Ameltonis se il risultato è rimasto inchiodato per 83 minuti sull'1-0.
Avvio veemente della Vibonese che al settimo è già in vantaggio. Ippoliti dai venti metri inventa il gol della domenica ed insacca il pallone proprio all'incrocio dei pali.
La Val Di Sangro subisce il contraccolpo psicologico dello svantaggio e per mezz'ora è letteralmente in balia dell'avversario. Ameltonis è strepitoso al 24esimo ed al 38esimo su due conclusioni da due passi di Mastrolilli.
Nella prima frazione di gioco da ricordare solo due conclusioni imprecise da buona posizione di Del Grosso.
Nel secondo tempo l'estremo difensore sangrino salva almeno su quattro nitide palle gol vibonesi. Gli abruzzesi si fanno vedere solo prima della mezz'ora con un tiro dalla lunga distanza di Epifani ben parata da Amabile.
Nella Val Di Sangro Elio Perri ha optato per il 4-4-2 classico: Ameltonis tra i pali. Sensi, Paolacci, Rogato e Mangoni in difesa. A centrocampo Epifani e Cacciaglia nel mezzo con Del Grosso e Perfetti ad agire sulle fasce. In avanti spazio al tandem Mainella-Fiorotto. Nel corso della contesa sono entrati Napolano, Costantini e la punta brasiliana Pereira.
La Vibonese di mister Galfano ha risposto con il seguente schieramento: Amabile, Ruscio, Ranellucci, Bianciardi, Bica, Ippolito, Di Mauro, Melis, Pirrone, Mastrolilli e Tauà.
Ha arbitrato l'incontro Ronchi di Caltanissetta.
Domenica la Val Di Sangro torna al Montemarcone per ospitare il Manfredonia. Scontro diretto importante per la salvezza in quanto i pugliesi occupano la penultima posizione in classifica proprio in coabitazione coi sangrini. Prima di allora, però, la società dovrà confermare o meno la fiducia al tecnico Elio Perri.

SECONDA DIVISIONE GIRONE C. RISULTATI, CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO

Barletta-Valle Del Giovenco 2-1
Catanzaro-Gela 1-1
Cosenza-Monopoli 1-1
Igea Virtus-Vigor Lamezia 2-0
Isola Liri-Melfi 2-2
Manfredonia-Cassino 0-0
Noicattaro-Andria 0-1
Scafatese-Aversa Normanna 2-1
Vibonese-Val Di Sangro 1-0

Classifica: Cosenza 28; Catanzaro 27; Gela 25; Cassino e Valle Del Giovenco 23; Andria 19; Vibonese 18; Barletta e Scafatese 17; Monopoli 16; Igea Virtus 14; Aversa Normanna, Noicattaro e Isola Liri 12; Manfredonia, Vigor Lamezia e Val Di Sangro 10; Melfi 9.

Prossimo turno: Cassino-Cosenza, Catanzaro-Barletta, Gela-Noicattaro, Melfi-Andria, Monopoli-Isola Liri, Aversa Normanna-Vigor Lamezia, Valle Del Giovenco-Vibonese, Scafatese-Igea Virtus e Val Di Sangro-Manfredonia.

Andrea Sacchini 24/11/2008