Pescara calcio. Prosegue l'incertezza a livello societario

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1434


PESCARA. I rappresentanti della Eurocat hanno espresso a parole nelle ultime ore la volontà da parte della proprietà svizzera di effettuare l'aumento di capitale della Pescara calcio. Questo confermato da Rizzuto che non ha voluto aggiungere altro.
La notizia avrebbe del clamoroso qualora venisse surrogata dai fatti nel prossimo cda fissato al 20 novembre. La stessa, anche se indirettamente, potrebbe dar alito a dubbi circa il reale diniego da parte della vecchia proprietà della famiglia Soglia.
La Eurocat, dunque, sarebbe pronta a ricapitalizzare per una cifra vicina ai quattro milioni di euro. Il condizionale è d'obbligo in quanto le certezze, almeno fino ad ora, la presunta neo proprietà non è mai stata in grado di darle.
La ricapitalizzazione, dunque, eviterebbe il fallimento della Pescara calcio. Fallimento che certamente obbligherebbe gli organi competenti ad analizzare a fondo le gestioni passate smascherando, laddove sia possibile, magagne. Questo, ovviamente, sarebbe ben lontano dalla volontà anche dell'onorevole Gerardo Soglia.
Guardando più strettamente al presente, però, all'orizzonte c'è la difficile partita di domenica ad Arezzo. Trasferta per la quale al momento non ci sono i soldi. In settimana il discorso è stato già affrontato da Galderisi che ha garantito in ogni caso la presenza della squadra nella città aretina.
Un problema da qui a pochi giorni dovranno affrontare anche tutte le rappresentative giovanili del club biancazzurro. Tutti, dagli esordienti alla Beretti, dovranno fare di necessità virtù utilizzando probabilmente mezzi propri per raggiungere le sedi di gara. Il tutto senza dimenticare che i collaboratori del settore giovanile sono senza stipendi da cinque-sette mesi.
Infine, come anticipato da beninformati all'interno della società, la squadra ha ricevuto in settimana la visita della troupe di La7. L'emittente televisiva nazionale ha realizzato uno speciale sull'attuale crisi societaria della Pescara calcio che andrà in onda il 19 novembre. Al Poggio Degli Ulivi era presente anche il presidente del cda di via Pertini Nicola Lisi. Quest'ultimo, giunto a sorpresa, ha lasciato subito l'impianto di Città Sant'Angelo senza aver incrociato alcun tifoso. L'attuale patron ha rilasciato solo poche parole: «il nostro gruppo vuole andare avanti. Se qualcuno vuole subentrare a noi dovrà corrisponderci tutto quello che abbiamo speso fino ad ora». Una frase che, guardando i fatti, certamente lascia i più senza parole...
Andrea Sacchini
14/11/2008 8.47