Dalla Serie A alla Seconda Divisione è il Celano la squadra più prolifica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1071

CELANO. 21 gol in 10 partite. Nessuno tra i professionisti ha fatto meglio del Celano.
La squadra di Giacomo Modica, seconda nel girone B di Seconda Divisione alle spalle del Figline, ha messo insieme numeri da record in questo avvio di campionato segnalandosi per il bel gioco e mettendo in mostra diversi giovani di belle speranze.
Merito dell'allenatore, che pratica un calcio offensivo, di matrice zemaniana, ma con una maggiore cura per la fase difensiva, e della società, che nell'estate del 2007 ha inaugurato un nuovo corso puntando su un gruppo di giovani talentuosi e motivati.
Il Celano è la squadra che ha fatto più punti in casa (13) dove ha messo a segno ben 16 dei suoi 21 gol, ed ha la miglior differenza reti (+10) del raggruppamento.
Buona la tenuta difensiva nonostante il 4-3-3 adottato da Modica, con 11 reti subite a fronte delle 7 incassate da Gubbio e Giulianova che hanno la miglior difesa del girone. Non c'è da meravigliarsi, allora, se dal Celano arriva anche il capocannoniere del torneo. Federico Dionisi, attaccante reatino di 21 anni, ha realizzato 9 reti in 10 gare senza calci di rigore: tripletta con la Cisco Roma, doppietta contro Giacomense e Cuoiopelli, 1 gol al Viareggio e 1 al Bassano.
L'anno scorso i gol furono 13, playoff compresi. Dionisi è il bomber più prolifico dei campionati professionistici insieme a Salvatore Mastronunzio dell'Ancona, che ha giocato due partite in più. Niente male per un giocatore che, vista l'età, ha ancora ampi margini di miglioramento ma ha già dato prova di grandi capacità, sfoggiando numeri da categoria superiore. Arrivato dalla Cisco nel gennaio 2007, Federico Dionisi è un giocatore di proprietà del Celano.
In poco più di un anno, con Modica alla guida dei biancazzurri, è cresciuto tantissimo e da quando è passato al centro dell'attacco ha trovato la sua posizione ideale. Con Negro e Mignogna forma un tridente da sogno. Dall'attacco arrivano gol e spettacolo, ma il Celano dei record si spiega solo con la filosofia del suo tecnico: disciplina, equilibrio tattico e tanto lavoro.

06/11/2008 10.45