Roseto 1946 vince con qualche errore di troppo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

834



BASKET. ROSETO. La Pallacanestro Roseto 1946 vince una gara al cardiopalma dopo averla avuta saldamente in possesso e poi averla praticamente gettata alle ortiche con qualche errore di troppo. Agguantato l'overtime i ragazzi di Trullo hanno messo sul parquet tutto il cuore che avevano, ogni stilla di energia per non farsi scappare dalle mani due punti di capitale importanza. Con l'aiuto di un pubblico straordinario i biancazzurri hanno fatto l'impresa. Bravi i padroni di casa a crederci fino in fondo e a non mollare nemmeno quando l'inerzia del match sembrava essere andata tutta dalla parte degli ospiti.
L'urlo liberatorio del Pala Maggetti quando Marigney ha sbagliato il libero decisivo sul 96-95 è il simbolo di una gara altamente emozionante.
Quintetti iniziali. Trullo comincia al solito con Fulvio play, Ruini guardia, Pinnock ala piccola, Ringstrom e Bryan sotto i tabelloni. Dall'altra parte Salieri sceglie Cinciarini play, Marigney guardia, Viggiano ala e Mobley ali con Volcic pivot, in pratica nessuna sorpresa per entrambi i tecnici.
La cronaca. Nel primo quarto comincia bene Roseto con un parziale di 6-0 firmato da Ringstrom e Bryan. Il centro infila anche il 10-5 ma da questo momento in poi i padroni di casa si scoprono troppo pasticcioni in attacco e di conseguenza anziché scavare il solco fa rientrare pian piano in partita gli avversari che pur litigando col canestro fanno male dalla linea dei 6,25.
Malgrado un Ringstrom stratosferico l'equilibrio si raggiunge sul 17-17 con Marigney. Nuova fiammata dei padroni di casa che conduce al 21-17, ma proprio sul finire del quarto una tripla del solito Marigney porta lo score sul 21-20.
Nel secondo periodo è ancora Ringstrom a dettar legge, Mobley infila subito la tripla del 23-23 ma lo svedese suona la carica per i suoi e in un batter d'occhio ci si ritrova sul 34-23, con un break di 11-0. Fulvio e Ruini smazzano assist ai lunghi e Pavia non trova le giuste contromisure. Pinnock per due volte trova il canestro subendo il fallo e il punteggio diventa 45-36. Come nei primi dieci minuti i biancazzurri spengono la luce nel finale e permettono all'Edimes di tenersi agganciata grazie ad uno 0-4 che manda le squadre all'intervallo sul 45-40. A far la differenza in positivo è stato sicuramente Ringstrom, autore di 17 punti conditi da 5 rimbalzi. Assieme a lui in doppia cifra Pinnock e Bryan. Per Pavia bene Viggiano (10 punti) e Marigney (9), male invece Cinciarini, autore di un 1/7 al tiro.
Nel terzo quarto gli uomini di Trullo partono bene, arrivando al +13 con Pinnock, che costringe Salieri a chiamare il time out. Alla ripresa del gioco i biancazzurri non ne imbroccano una: viene fischiato un antisportivo a Ruini e da quel momento in poi progressivamente crescono gli ospiti fino al 59-58 siglato da Cinciarini con una bomba. Pinnock tenta di aumentare il vantaggio con 5 punti consecutivi ma all'ultimo quarto si arriva sul 66-64 con Colussi protagonista, con il 100% dal campo.
La frazione registra l'ottimo impatto sul match di Roberto Casoli, autore di 4 punti in fila che valgono il 72-66. Una tripla di Borsato porta Roseto sul 75-69 ma Mobley dimostra di avere la mano bollente e con due bombe tiene Pavia in corsa, sul 77-74. Un errore di gestione del possesso dei biancazzurri consente all'Edimes di issarsi fin al 77-76 con due liberi sbagliati da Volcic che fanno tremare il Pala Maggetti e una bomba di Ruini che lo fa esplodere, 80-76. Marigney da tre poi Cinciarini con una schiacciata in contropiede portano al primo vantaggio di Pavia, 80-81. Volcic con due liberi fa l'80-83, poi Marigney, sempre dalla lunetta porta al massimo vantaggio per l'Edimes, +4. Sembra tutto finito ma Pinnock con due liberi (82-84), poi Marigney (82-85) che sbaglia dalla lunetta, tengono aperta una porticina che Fulvio tiene spalancata infilando il primo libero e sbagliando il secondo per un rimbalzo catturato da Bryan e Ringstrom a 6 secondi dalla sirena con il pivot che subisce fallo e non fallisce i liberi. Si arriva all'85-85 che significa overtime.
Nel supplementare Fulvio indovina la tripla subito ma non basta a far allentare la tensione perché Pavia con Mobley sorpassa nuovamente. Inizia la lotteria dei liberi, Borsato è preciso come Ringstrom, poi Bryan fa 1 su 2 e Marigney li mette. Fulvio fa 1 su 2, punteggio di 96-94. Fallo su Marigney. Pinnock si gira verso il pubblico e chiama con le braccia l' “effetto Pala Maggetti” che funziona alla perfezione. Dentro il primo e fuori il secondo a 1 secondo dalla sirena. Esplode il Pala Maggetti, è festa in campo e sulle tribune. Roseto strappa i due punti e batte un avversario diretto nella lotta alla salvezza, il viatico migliore per avvicinarsi al confronto interno di domenica prossima contro Livorno.

Pallacanestro Roseto 1946 – Edimes Pavia 96-95 d.t.s.

Pallacanestro Roseto 1946: Ruini 14 (3/4, 2/2,), Borsato 7(1/2,1/3), Pinnock 25(7/11, 2/7), Ringstrom 19(7/7, 0/1), Fulvio 5(/, 1/3), Lorenzetti (/, /), Pazzi (/, 0/1), Lagioia ne(/, /), Casoli 4(1/1), Bryan 22(9/14,0/1). All. Trullo

Edimes Pavia: Mobley 23(3/4, 5/8), Antinori (0/2, /), Evangelisti ne(/, /), Zambrini ne(/, /), Colussi 12(2/2, 2/2,), Ammannato (0/1, 0/1), Volcic 10(4/9, 0/1), Marigney 23(6/12,2/4), Viggiano 18(6/13,2/5), Cinciarini 9(3/10,1/6). All. Salieri

Parziali: 21-20, 45-40, 66-64.

Tiri da 2: Roseto 28/39, Pavia 24/53. Tiri da 3: Roseto 6/18, Pavia 12/27. Tiri liberi: Roseto 22/30, Pavia 11/19.

Arbitri: Materdomini, Terreni, Masi.
Note: usciti per cinque falli Ruini (Roseto), Volcic (Pavia). Spettatori: 2200 circa


03/11/2008 7.44