2°Div/C. Tutto pronto domani per il derby Vdg-Val Di Sangro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1009

AVEZZANO. La concentrazione per il derby è alta sia per quanto riguarda la Valle Del Giovenco sia per la Val Di Sangro. Si gioca domani alle 15.00 allo stadio Dei Marsi di Avezzano.
Entrambi i tecnici, ad ogni modo, potranno contare quasi su tutti gli effettivi a disposizione.
Ruolini di marcia completamente opposti per le due squadre. I padroni di casa arrivano al derby con tre successi consecutivi e quindi il morale alle stelle. La Val Di Sangro invece non vince da quattro incontri ed è ai margini della zona play-out. Chiari comunque gli obbiettivi diversi da inizio stagione per le due compagini. Velleità di play-off per la Valle Del Giovenco. Evitare la temuta coda play-out per quanto riguarda la Val Di Sangro. Il derby però è sempre una gara a parte. Nello scorso campionato ad Avezzano finì 1-1, mentre all'andata al Montemarcone di Atessa la spuntò 1-0 la Valle Del Giovenco.
Per quanto riguarda l'undici di casa Chiappini potrebbe recuperare diversi elementi di indubbia importanza a livello tattico. Su tutti Criaco, Miale, Pomponi e soprattutto il capitano De Angelis. Sul loro possibile impiego, anche partendo dalla panchina, verrà data l'ultima parola solo nella seduta di rifinitura di domani.
Per il resto verrà riproposto a grandi linee lo stesso undici corsaro 2-1 a Melfi. Bifulco tra i pali. Pomponi, Petitto, Silvestri e Piva in difesa. Laboragine, Cruciani e Giordano a centrocampo. Di Pasquale a supporto del duo offensivo Arcamone e Bettini. Panchina, tra gli altri, per Berra e Zarineh.
Il tecnico ospite Perri, invece, dovrà rinunciare per squalifica a Rogato. In settimana sono state provate diverse soluzioni. Probabile che il laterale difensivo venga sostituito da Curcio. Elemento poco impiegato in questo inizio di stagione.
Certo invece il recupero pieno di Cacciaglia, indispensabile allo scacchiere tattico di Perri. La sua assenza, non a caso, ha pesato non poco nell'economia del gioco sangrino in occasione dello 0-0 interno di domenica con l'Isola Liri.
Per il resto l'unico indisponibile per infortunio dovrebbe essere Campli, che ne avrà per parecchie settimane. 4-4-2 classico con Ameltonis in porta. Mangoni, Paolacci, Del Grosso e Curcio in difesa. Cacciaglia, Epifani, Perfetti e Cherchi a centrocampo. Tandem offensivo composto da Memmo e Fiorotto. Quest'ultimo alla ricerca della miglior condizione dopo un inizio stentato di campionato.

Andrea Sacchini 18/10/2008