Il Pescara nel caos. Giocatori e tecnico non si allenano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1943






PESCARA. Giornata intensa quella di ieri in casa Pescara. È stata confermata, infatti, il passaggio dell'intero pacchetto azionario della Pescara calcio dal Soglia Hotel Group alla Cit Travel.
Società che, stando alle parole di Gerardo Soglia, non farebbe parte della Compagnia Italiana Turismo recentemente rilevata dal gruppo Soglia.
Un ulteriore elemento di poca chiarezza che si è aggiunto all'infinita vicenda societaria delle ultime due settimane.
Ieri comunque come ampiamente previsto erano a Pescara De Luca ed Ercoli.
Al primo, a meno di sorprese, verrà affidato un ruolo tecnico.
Riguardo le cariche assegnate lunedì nel consiglio di amministrazione del club ancora non c'è nulla di ufficiale. Nessun comunicato stampa, non a caso, è stato emanato. Neanche nella tarda serata. De Luca ed Ercoli intercettati da PrimaDaNoi.it hanno addebitato questo fatto soltanto a cavilli legali. Entrambi comunque, che non hanno voluto rilasciare interviste, hanno confermato novità importanti entro le prossime 48 ore.
Capitolo Cesari.
L'ex arbitro internazionale, nominato presidente nella composizione dell'ultimo cda, avrebbe preso 24 ore per decidere. Cesari comunque nella serata di lunedì aveva smentito ogni coinvolgimento nell'organigramma della Pescara calcio
Di certo c'è, però, che per la ricapitalizzazione societaria è imprescindibile. A dicembre, infatti, la Covisoc controllerà lo stato di salute dei bilanci delle società professionistiche.

I GIOCATORI NON SI SONO ALLENATI

Ieri la squadra e lo staff tecnico, dopo essersi ritrovati come di consueto il martedì pomeriggio per la ripresa degli allenamenti, ha deciso di non prendere parte alla seduta. Così facendo è stato dato pieno seguito al comunicato stampa diffuso sabato nel quale giocatori, staff tecnico e sanitario si riservavano il diritto di “sciopero” qualora non si fosse chiarita la vicenda societaria. Una decisione che ha sorpreso l'ambiente anche perché tale atteggiamento non era stato messo in atto neanche nel periodo presidenziale di Pincione.
Oggi, ad ogni modo, potrebbe ancora saltare la seduta di allenamento. Pare infatti che il club di via Pertini non abbia pagato da mesi l'affitto del Vestina. Oggi comunque si avrà conferma.
In mattinata Ercoli e De Luca, tra l'altro, avevano fatto visita all'impianto del Vestina

IL CHIARIMENTO IN SEDE

Dal campo Vestina di Montesilvano giocatori e staff tecnico si sono diretti in sede, in via Pertini, per un colloquio con De Luca ed Ercoli. Questi ultimi due hanno tentato la mediazione prima con i calciatori e poi con lo staff tecnico ed altri tesserati della società. In sostanza De Luca ed Ercoli hanno invitato tecnico e squadra a riprendere regolarmente gli allenamenti, sottolineando novità importanti entro 48 ore. Il tutto tranquillizzando tutti e confermando che la società in divenire ha intenzioni serie. Mediazione per il momento comunque apparentemente riuscita.
Prima di prendere posizione, però, ovviamente andranno giudicati i fatti.
Diversi giocatori ad ogni modo sembrerebbero già pronti a fare le valigie nel prossimo mercato di gennaio. E questo è tutt'altro che un segno incoraggiante per il futuro.

LA LISTA TEODORO CONTRO IL SINDACO D'ALFONSO

Nella querelle che sta investendo negli ultimi giorni la Pescara calcio è voluto intervenire anche Gianni Teodoro. La lista Teodoro, ieri in un incontro con gli organi di stampa, ha criticato aspramente l'operato del sindaco Luciano D'Alfonso circa la conduzione della vicenda riguardante la Pescara calcio. Teodoro imputerebbe al primo cittadino pescarese il completo disinteresse per la città di Pescara e per la prima squadra calcistica della città.
La conferma di ciò, sempre secondo Teodoro, è nel fatto che lo stadio Adriatico non verrà riaperto al pubblico se non prima di marzo 2009. In tal caso fino ad allora, dunque, il Pescara giocherebbe sul neutro dell'Aragona di Vasto.
Per tentare di risolvere l'attuale delicata situazione societaria, inoltre, Teodoro ha invitato D'Alfonso a convocare tutti gli imprenditori pescaresi. L'obbiettivo, ovviamente, è quello di risollevare le sorti del delfino.
Riguardo lo stadio le ditte appaltatrici per la ristrutturazione dell'Adriatico di Pescara, dal canto loro, confermano la completa messa a norma entro il mese di novembre della Tribuna Majella.

Andrea Sacchini 15/10/2008