Pescara handball: buoni segnali in vista del campionato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1214


PESCARA. Termina con segnali positivi il pre-campionato dell'AS Pescara Handball, che ben figura nell'ultima apparizione amichevole di quest'anno.
Al Pala Giovanni Paolo II di Pescara, la squadra di Jurina affronta, in un triangolare con match da 35 minuti ciascuno, due formazioni facenti parte anch'esse del Girone B di Serie A2: VIEG Cingoli e Pharmapiù Città Sant'Angelo.
Davanti ad un buon numero di spettatori, considerando sempre che si trattava di partite amichevoli, ad aprire le danze è proprio il Pescara, contro i marchigiani del Cingoli.
L'allenatore degli abruzzesi, Pavel Jurina, si affida all'esperienza di Morelli e Di Valerio, dando spazio anche al giovane Cozzi, in sostituzione dell'infortunato capitan Castagna (si conoscerà in settimana l'entità del suo infortunio).
Gli adriatici giocano sin da subito una pallamano abbastanza fluida, costringendo il Cingoli a numerosi interventi da rigore; saranno sei, alla fine, i tiri dai 7 metri affidati a Di Valerio (4/6 realizzati).
Alla fine del primo mini-tempo – 17 minuti – il tecnico croato cambia volto alla squadra, mettendo in campo i vari Zuccarini, Aldamonte, Leonzi, D'Alonzo e Stella, entrato al posto dell'ala Marco D'Orazio, quest'ultimo costretto a lasciare il campo per via di una profonda ferita al braccio (6 punti di sutura). Nonostante i cambi il Pescara offre ugualmente un buon gioco in attacco che, abbinato ad un'attenta fase difensiva, consente ai ragazzi di chiudere sul 14 – 12 finale.
Nel secondo incontro del pomeriggio, si sono invece affrontate le due squadre ospiti, il Città Sant'Angelo ed il Cingoli. Il confronto è andato agli angolani, che, guidati dall'esperienza del centrale Nicola D'Arcangelo, si sono imposti con il risultato di 20 – 15.
Il terzo ed ultimo match ha visto di scena, sul campo del Pala Giovanni Paolo II, il Pescara e nuovamente il Città Sant'Angelo.
Tra le fila biancoazzurre a trovare spazio sono, nel ruolo di ala sinistra il giovane Tommaso Stella, e nella posizione di pivot l'angolano Davide Presutti. I padroni di casa, però, appaiono intimoriti e senza idee, al cospetto di un Città Sant'Angelo capace di chiudere la prima frazione di gara sull'8 – 3.
Nella ripresa, stessa girandola di cambi che aveva caratterizzato la prima gara: nel Pescara entrano il centrale Aldamonte in sostituzione di Morelli, l'ala destra D'Alonzo al posto di Cozzi e Pelagatti, nel ruolo di pivot, al posto di Presutti. Le sostituzioni rinvigoriscono la compagine pescarese che sul 7 – 11 mette a referto un parziale di 4 – 0, riportando il risultato in parità.
La situazione di equilibrio perdurerà sino agli ultimissimi minuti; solo allora, infatti, il Città Sant'Angelo riuscirà a staccare i padroni di casa, vincendo il match con uno score di 17 – 15.
13/10/2008 14.13