Per il Celano calcio appuntamento con la storia: al Piccone arriva il Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1347

CELANO. È tutto pronto al Piccone, calcio di inizio ore 15.00, per il primo turno eliminatorio della Coppa Italia Lega Pro. Il Celano infatti ospiterà di fronte al proprio pubblico il Pescara, il club più prestigioso d'Abruzzo. Un giusto premio per una realtà, quella celanese, cresciuta tantissimo in questi ultimi anni. Fino al consolidamento dello scorso campionato, che ha portato i biancazzurri di Celano ad un passo da un'incredibile promozione in prima divisione.
Appuntamento con la storia dunque per il Celano, che mai nella sua storia ha affrontato il Pescara in una gara ufficiale.
Malgrado la vicinanza del prossimo impegno di campionato, domenica sul campo della Giacomense, il tecnico Modica non sembra intenzionato a ricorrere al massiccio turnover. Scenderà in campo chi starà meglio dal punto di vista mentale e soprattutto fisico.
Probabile che qualche titolare venga lasciato a riposo, ma l'ossatura della squadra resterà quella delle ultime domeniche. L'intenzione è quella di onorare fino in fondo questa competizione che, malgrado non abbia grandissimo prestigio, permette di affrontare compagini di categoria superiore dal grande passato.
I tagliandi per Celano-Pescara di oggi pomeriggio alle 15.00 saranno posti in vendita ad un'ora dal fischio di inizio. Biglietti di settore ospiti compreso.
Il turno è a gara unica pertanto in caso di parità dopo i novanta minuti di gioco si disputeranno due tempi supplementari da 15 minuti ciascuno. Nell'eventualità di ulteriore risultato di pari, si passerà ai calci di rigore.
Esaurito l'impegno di Coppa Italia l'attenzione del gruppo verrà completamente rivolta al campionato. Il Celano è reduce da un punto in due gare. Entrambe viziate da arbitraggi tutt'altro che favorevoli alla compagine abruzzese. In particolare il match di domenica al Piccone contro il Bassano. Due espulsioni comminate a Morgante e Perricone oltre, soprattutto, il rigore inventato del pareggio ospite a pochi minuti dal triplice fischio.
Ma non è finita qui. Oltre il danno di un 2-2 che va stretto ai celanesi, infatti, ieri è arrivata l'ulteriore beffa. Il giudice sportivo è andato giù duro con il Celano. Il capitano Morgante, infatti, è stato squalificato per ben tre partite. Due per proteste all'indirizzo dell'arbitro negli spogliatoi tra il primo ed il secondo tempo, una in quanto, diffidato, ha ricevuto una ammonizione nel corso della prima frazione di gioco. Per quanto riguarda la prima squalifica decisivo è stato il referto del direttore di gara.
Appiedato, questa volta per un turno, anche il centrale Perricone. Due pessime notizie per il tecnico Modica, che nel prossimo impegno di campionato con la Giacomense dovrà inventarsi una nuova linea difensiva. Oltre a Morgante e Perricone, infatti, è ancora infortunato il centrale Pepe.

Andrea Sacchini 08/10/2008