Soglia ad un passo dall'addio. Mercoledì il passaggio delle quote?

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1790

Soglia ad un passo dall'addio. Mercoledì il passaggio delle quote?

PESCARA. Dopo tre sconfitte su tre lontano dall'Aragona di Vasto, il Pescara ha interrotto con un pareggio la striscia negativa di risultati. Un punto che non cambia molto a livello di classifica ma che potrebbe risultare utile dal punto di vista del morale.
A Taranto, infatti, l'undici di Galderisi è apparso più coriaceo e motivato se paragonato alla squadra spenta e demotivata di Crotone, Terni e Caserta.
Positivo anche il rientro dal primo minuto di Cardinale, regista insostituibile di questo Pescara. Entusiasmante la prestazione di Verratti. Trequartista neanche sedicenne sul quale hanno già puntato gli occhi club prestigiosi del calibro di Milan e Roma. Buono anche il nuovo modulo che, con ogni probabilità, verrà riproposto domenica in occasione del derby all'Aragona con il Lanciano. Un 4-2-3-1 ordinato e preciso. Senza dubbio il modulo migliore in attesa del rientro di Bazzani, previsto entro un paio di settimane.
A tenere banco, però, sono le vicende societarie. L'attuale proprietà dei Soglia, infatti, è ad un passo dalla cessione dell'intero pacchetto azionario della Pescara calcio. Al momento, secondo le ultime indiscrezioni, per il passaggio di quote mancherebbe soltanto il crisma dell'ufficialità.
Le parti avrebbero trovato il classico accordo di massima, ma prima di mettere nero su bianco il gruppo acquirente dovrà garantire adeguate fidejussioni bancarie. Nel caso del Pescara circa tre milioni di euro. Questa quantomeno è la condizione imprescindibile fissata dall'oramai ex patron Gerardo Soglia.
Secondo alcune voci trapelate nelle ultime ore, già mercoledì la Pescara calcio potrebbe avere una nuova proprietà. Mediatore del passaggio di quote è Rizzuto ed il gruppo acquirente opererebbe nel settore del turismo e dell'intrattenimento. Nulla però è trapelato circa i nomi della presunta cordata.
Nuovo gruppo che avrebbe già pronto un direttore sportivo, un direttore generale ed un allenatore. Per il ruolo di DG sarebbe stato contattato Giovanni Galeone che avrebbe gentilmente declinato l'offerta di ritornare a Pescara. Per il nuovo tecnico si è fatto il nome di Salvatore Matrecano.
Entro giovedì ad ogni modo, in una maniera o nell'altra, il quadro sarà meglio definito.
Non è escluso che la famiglia Soglia possa mantenere una quota di minoranza all'interno del club, quantificabile in meno del 50%.
Su questa vicenda intricata hanno parlato anche il tecnico Giuseppe Galderisi ed alcuni elementi della rosa biancazzurra. Tutti d'accordo sulla latitanza della proprietà Soglia negli ultimi mesi.Su tutti è andato giù duro il portiere Giovanni Indiveri, uno dei leader del gruppo: «ho cercato di contattare telefonicamente il presidente senza fortuna negli ultimi giorni. È legittimo che una proprietà voglia cedere. Quello che chiediamo è soltanto un po' più di chiarezza. Ultimamente la dirigenza non si sta comportando bene con noi».
D'accordo con l'estremo difensore pescarese anche i compagni di squadra De Sousa e Felci, che insieme ad Indiveri hanno fatto da termometro riguardo gli umori del gruppo.
Deluso ovviamente il tecnico Giuseppe Galderisi: «sentiamo continue voci ed i ragazzi non sono per nulla tranquilli. Vorremmo soltanto un po' più di chiarezza dalla società. Non possiamo esprimerci al meglio con quest'ansia addosso».
In tutto questo trambusto, tecnico e calciatori tornano ad allenarsi in vista del primo turno eliminatorio della Coppa Italia Lega Pro. Il Pescara è atteso domani a Celano, compagine militante nella seconda divisione girone B. Si gioca alle 15.00 allo stadio Piccone di Celano.

Andrea Sacchini 07/10/2008