2°Div/B. Giulianova e Celano respirano aria di alta classifica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1020


GIULIANOVA. Momento positivo per il Giulianova. La vittoria per 2-1 contro il quotato Bassano, oltre a muovere sensibilmente la classifica, lascia intravedere al futuro con rinnovato ottimismo. Erano diversi anni che i giuliesi non occupavano una posizione così di alta classifica.
Bitetto, ovviamente entusiasta, nel post match col Bassano si è detto soddisfatto dei suoi. Il patron giallorosso Sabatini invece, pur sottolineando l'attuale ottima classifica, preferisce mantenere i piedi ben saldi a terra. L'obbiettivo stagionale tracciato dal presidente resta la salvezza tranquilla senza passare per i play-out.
Contro i veneti i giuliesi hanno apparentemente risolto tutti i problemi di serilità offensiva. Con il senno di poi è stata azzeccata l'idea di Bitetto di affidarsi alle tre punte. D'Antoni, Lisi e Improta. Tridente che ben si è mosso al cospetto di una delle compagini meglio attrezzate della categoria.
Al di là del risultato col Bassano si è visto un buon gioco da parte dei giuliesi. Oltre a ciò c'è da sottolineare la pronta e grande reazione dell'undici di Bitetto, passato in svantaggio nei minuti iniziali della contesa. Questo a sottolineare che la condizione fisica del gruppo è in netta crescita se paragonata alle prime uscite. Molti elementi non hanno ancora i novanta minuti nelle gambe, ma la tenuta fisica aumenterà solo con il passare del tempo.
In vista del prossimo impegno di campionato il tecnico Bitetto dovrà forzatamente rinunciare all'infortunato D'Aniello. Al suo posto con ogni probabilità verrà impiegato Pucello, a sorpresa in panchina con il Bassano.
Pronto anche Galabinov, l'unico vero centravanti di peso di tutta la rosa giallorossa. Il bulgaro si giocherà il posto con uno tra Improta e D'Antoni.
Con la Cisco Roma, prossima avversaria, si giocherà a Genzano. Questo per i lavori di ristrutturazione del Flaminio di Roma in vista del torneo sei nazioni di rugby.

CELANO. C'è grande entusiasmo in casa Celano dopo la convincente vittoria per 2-0 ottenuta domenica in casa col Gubbio. L'undici di Modica ha confermato di essere una delle compagini più in forma della categoria.
La difesa, per la terza volta consecutiva, si è confermata il punto di forza della squadra. Il Celano ha raggiunto dopo la partita con il Gubbio oltre 270 minuti di imbattibilità. A ciò si aggiunge un attacco micidiale e sempre a segno in casa. Reparto che trae forza dalla grande velocità degli esterni Villa e Negro a supporto dell'unico terminale offensivo Dionisi.
Inoltre ancora imbattuta in campionato e secondo posto in classifica. Davvero Celano non poteva chiedere di più alla propria squadra.
In vista della prossima trasferta sul campo della Carrarese, compagine che annovera elementi di primo piano, saranno tutti a disposizione di Modica. Tutti ad eccezione di Pepe, che ne avrà ancora per molto.
Il tecnico celanese, dunque, dovrebbe affidarsi allo stesso undici che ha steso 2-0 il Gubbio. 4-3-3 con Vurchio in porta. Zanon, Scrozzo, Fanelli e Morgante in difesa. Trio di centrocampo composto da Rossini, Mignogna e Giunchi. Tridente con Villa e Negro sugli esterni ad innescare il terminale offensivo Dionisi.
L'attuale splendido momento, ad ogni modo, non deve distogliere la squadra dall'obbiettivo di inizio stagione. La semplice salvezza senza passare per i play-out. Un target alla portata degli uomini di Modica. Una volta archiviata la salvezza si potrà pensare in grande. Proprio come accaduto la stagione passata.

Andrea Sacchini 26/09/2008 11.29