Basket: «il palazzetto non è pronto». Il rammarico del Teramo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1794

TERAMO. La società Teramo Basket prende atto «con grande disappunto, rammarico e vivo dispiacere» del grande ritardo dei lavori di ammodernamento ed adeguamento del Palasport di Teramo.
Dopo cinque mesi dall'insorgere della problematica evidenziata dalla Lega A e nonostante l'impegno degli assessori Di Giovangiacomo, Mazzarelli e Brucchi, l'amministrazione ha comunicato che non riuscirà ad ultimare i lavori di ristrutturazione del Settore Parterre e Gold Club prima dell'inizio del campionato di Serie A.
A ciò devono aggiungersi i gravi disagi causati dalla presenza nel palazzo dello Sport di tabelloni elettronici obsoleti che mettono a rischio la regolarità delle gare di campionato.
«La Società», si legge in un comunicato, «non può che stigmatizzare la situazione che si è venuta a creare, e in cui non ha responsabilità alcuna, ma nella quale vede profilarsi un grave danno di immagine, per la città, e un legittimo disorientamento per le molte migliaia di sostenitori biancorossi».
Il gruppo continuare a sollecitare le autorità competenti, «perché realizzino quanto necessario in tempi brevissimi e di operare con prontezza e con tutte le proprie risorse per ridurre al minimo ogni disagio degli abbonati dei settori Gold Club e Parterre (Ex tribuna nord inferiore) i quali, ad ogni buon conto, potranno assistere regolarmente alle prime due partite di campionato nella ex Tribuna Nord».
Agli abbonati dei settori Gold Club e Parterre sarà garantita la possibilità di assistere alle partite in una collocazione «confacente al titolo acquistato, anche se per qualche gara gli stessi abbonati dovranno sopportare dei disagi che, con lo spirito di collaborazione di tutti, si cercherà di ridurre al minimo».
16/09/2008 12.56

DISAGI ANCHE PER L'HANDBALL

Anche la Società Teknioelettronica Teramo Handball esprime la propria solidarietà alla società Teramo Basket e agli sportivi teramani che si trovano nella difficoltà di poter usufruire di un impianto sportivo come il Palasport di Scapriano nella piena disponibilità strutturale e organizzativa, a causa del ritardo dei lavori di ammodernamento.
«Si tratta di una situazione», spiega la società, «che purtroppo accomuna il Teramo Basket e il Teramo Handball, che rappresentano in due diverse discipline, l'Eccellenza sportiva che questa città ha saputo conquistare a costo di enormi sacrifici e di un costante e quotidiano impegno».
Anche il Teramo Handball, infatti, sarà costretto a cominciare il proprio campionato di Serie A d'Elite nell'obsoleto e insufficiente impianto del Palacquaviva, perché i lavori del nuovo palasport di San Nicolò non sono ancora conclusi. 16/09/2008 14.28