2°Div/C. Sotto il diluvio la Val Di Sangro batte 2-1 l'Aversa Normanna

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1258

ATESSA. Gioia immensa per la Val Di Sangro che ieri al Montemarcone ha ottenuto la prima vittoria stagionale al cospetto dell'Aversa Normanna. Si chiedeva il pronto riscatto all'undici di Perri dopo la brutta sconfitta rimediata a Cassino. Reazione prontamente arrivata al termine di novanta minuti di gioco intensi, caratterizzati dalla grande determinazione e volontà dei sangrini.
Tre punti d'oro tutto sommato meritati in una gara resa difficoltosa, soprattutto nel secondo tempo, da una pioggia torrenziale. Campo ai limiti della regolarità e partita sospesa e poi ripresa dopo circa un quarto d'ora.
Determinante il ritorno in campo dal primo minuto di Fiorotto, reduce da tre turni di squalifica. Importante a centrocampo l'opera di tessitura del gioco da parte di Cacciaglia e dei centrocampisti in genere, che questa volta hanno fornito sufficiente schermo protettivo alla difesa. Di rimando buona anche la prestazione della retroguardia abruzzese, messa sul banco degli imputati dopo i quattro gol subiti a Cassino.
Prova di carattere dei sangrini sempre compatti anche nel momento di maggior difficoltà del match, quando l'Aversa sembrava in grado di poter pervenire al pareggio.
Avvio di gara di chiara marca ospite. Al terzo minuto Baylon, da posizione decentrata, supera con un pallonetto il portiere ma la sfera viene respinta quasi sulla linea dalla difesa abruzzese che libera. Passano una manciata di minuti e la Val Di Sangro risponde con una conclusione da fuori di Ruggero terminata alta.
Brividi per i padroni di casa tra il nono ed il 13esimo con l'Aversa Normanna che costruisce due nitide occasioni da rete. Sulla prima la conclusione di Sibilli dal limite termina di un niente sul fondo. Quattro minuti più tardi grande spunto di Carboni che si libera di un paio di avversari, si accentra e col destro colpisce in pieno il palo.
Al 18esimo il vantaggio degli abruzzesi su azione di contropiede. Lancio lungo dalle retrovie per Memmo, che in velocità supera il diretto avversario ed a tu per tu con il portiere ospite Del Giudice, proteso inutilmente in uscita, lo batte.
Pronta la reazione dei campani con un colpo di testa di Baylon che termina di poco alto. Dieci minuti più tardi ancora Baylon in acrobazia non inquadra lo specchio della porta da ottima posizione.
Al 35esimo l'episodio che ha cambiato la storia del match. Rosso diretto per Maraucci che a gioco fermo si sarebbe reso protagonista di un gesto violento nei confronti di un giocatore sangrino. L'Aversa Normanna accusa il colpo e subisce la pressione di una Val Di Sangro vogliosa di chiudere il più in fretta possibile la pratica.
Al secondo dei cinque minuti di recupero il pressing abruzzese da i suoi frutti con il punto del 2-0. Da fuori area è strepitoso il destro a giro di Perfetti che si infila proprio all'incrocio dei pali dove Del Giudice non può arrivare.
La ripresa si apre con l'Aversa Normanna protesa in avanti nonostante l'inferiorità numerica e la Val Di Sangro impegnata a proteggere il prezioso doppio vantaggio.
Al 60esimo i campani accorciano le distanze con Sibilli abile a trasformare un calcio di rigore per atterramento in area di Ottobre.
Al 71esimo brivido per i padroni di casa. Sugli sviluppi di un corner dalla sinistra Di Girolamo di testa è il più lesto di tutti ma colpisce il palo. Il pallone, complice la pioggia, resta impantanato sulla linea di porta fino a che la difesa abruzzese non lo libera.
Al 77esimo minuto l'arbitro sospende il gioco per circa un quarto d'ora per impraticabilità del campo. Al rientro delle squadre non succede più nulla fino al triplice fischio finale.
Non potrebbe essere altrimenti con un terreno allentato ai limiti dell'impossibile.
Perri ha disegnato la sua Val Di Sangro secondo i canoni del 4-4-2 scegliendo dal primo minuto: Ameltonis, Del Grosso, Curcio, Cacciaglia, Rogato, Paolacci, Perfetti, Ruggero, Memmo, Epifani e Fiorotto.
L'Aversa Normanna, guidata da Cioffi, è scesa in campo con il seguente undici titolare: Del Giudice, Baylon, De Angelis, Silvestri, Maraucci, Di Girolamo, Carboni, Ottobre, Ingenito, Sibilli e Romano.
Con questo successo la Val Di Sangro raggiunge quattro punti in classifica. Quota sufficiente a preparare con maggiore tranquillità la prossima trasferta di domenica sul terreno della Vigor Lamezia.

GIRONE C. RISULTATI, CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO

Andria Bat-Monopoli 2-1
Catanzaro-Cassino 2-2
Cosenza-Vigor Lamezia 1-0
Gela-Barletta 0-0
Isola Liri-Igea Virtus 1-0
Melfi-Vibonese 1-1
Noicattaro-Manfredonia 0-0
Valle Del Giovenco-Scafatese 0-0
Val Di Sangro-Aversa Normanna 2-1
Classifica: Cosenza 9; Cassino e Scafatese 7; Andria Bat 6; Valle Del Giovenco, Catanzaro e Manfredonia 5; Val Di Sangro e Isola Liri 4; Gela e Aversa Normanna 3; Monopoli, Vibonese, Noicattaro e Barletta 2; Melfi, Igea Virtus e Vigor Lamezia 1.
Prossimo turno: Vigor Lamezia-Val Di Sangro, Vibonese-Catanzaro, Scafatese-Noicattaro, Monopoli-Melfi, Manfredonia-Cosenza, Igea Virtus-Gela, Cassino-Valle Del Giovenco, Barletta-Andria Bat e Aversa Normanna-Isola Liri.
Andrea Sacchini
15/09/2008 8.48