2°Div/B. Giulianova e Celano: che partenza!

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

980



GIULIANOVA. Erano diverse stagioni che il Giulianova non partiva in campionato così bene. Quattro punti nelle prime due partite, infatti, sono un bottino eccezionale per una formazione allestita in estate tra tante difficoltà.
La vittoria casalinga di domenica al Fadini contro il San Marino, laddove ce ne fosse ancora bisogno, ha confermato la forza del pacchetto difensivo giallorosso. Uno dei migliori a livello assoluto in seconda divisione dall'avvento in panchina di Leonardo Bitetto. Il buon inizio di campionato del Giulianova, quindi, è in parte spiegabile dalla saggia conferma dell'allenatore. Lo stesso che l'anno passato ha traghettato il club dall'ultimo posto alla salvezza diretta senza passare per i play-out.
Il momento esaltante della squadra fa però da contraltare alle vicende societarie del club giallorosso. Il patron Bruno Sabatini, dopo i colloqui infruttuosi dell'ultima estate, continua a lavorare per allargare l'attuale base societaria: «le porte della società restano aperte a chiunque voglia darci una mano. Il futuro del club ad ogni modo non è in pericolo».
La dirigenza giuliese, inoltre, resta ancora vigile sul mercato alla ricerca di elementi validi in grado di aumentare il livello tecnico dell'attuale rosa. Chiuso il mercato estivo, infatti, c'è ancora possibilità di ingaggiare calciatori svincolati. Giocatori senza contratto che, con la promulgazione delle nuove regole sulle composizioni delle rose, sono tantissimi. Molti di loro, sicuramente, farebbero al caso del Giulianova.
Infine la società comunica che questa sera scade il termine ultimo per sottoscrivere gli abbonamenti. Fino ad ora sono state vendute circa 300 tessere.

CELANO. In tanti temevano il nuovo impatto con la seconda divisione dopo lo straordinario torneo disputato l'anno scorso. Il Celano, malgrado alcune obbligate e dolorose cessioni, ha mantenuto a se diversi ottimi elementi del passato campionato. Con l'aggiunta di alcuni calciatori giovani o in cerca di rivincita. Una decisione che fino ad ora sta pagando in casa celanese. Quantomeno in precampionato ed in queste prime due giornate nelle quali il Celano ha ottenuto un pareggio ed un successo. Quest'ultimo proprio domenica al Piccone contro il Viareggio grazie ad un sonoro 3-0.
L'impatto con il nuovo girone, il B dopo due anni consecutivi di C, non poteva essere dei migliori. Nel corso della stagione, è inutile nasconderlo, sarà un vantaggio per gli abruzzesi il dover affrontare numerose trasferte nelle quali il fattore campo conta piuttosto relativamente. Addio dunque ai “campi infuocati” del sud, ma non per questo è il caso di sottovalutare un raggruppamento con diverse formazioni attrezzate per disputare un ottimo campionato.
Per quanto riguarda l'immediato futuro, il Celano domenica è atteso sul campo del Figline Valdarno. Tra le fila dell'undici toscano milita un certo Enrico Chiesa, bomber dai lunghissimi trascorsi in serie A. Sarà un motivo in più per mantenere altissima la concentrazione. Anche perché Chiesa a parte il Figline è compagine tutt'altro che di basso profilo. I toscani, non a caso, hanno al momento gli stessi punti (quattro, ndr) in classifica dei biancazzurri.
La società Figline, infine, comunica che i tagliandi per i tifosi ospiti del Celano sono posti in vendita presso il Media World di Avezzano al costo unitario di 10 euro.

Andrea Sacchini 10/09/2008