Pescara calcio. Si guarda al futuro con rinnovato ottimismo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1051

PESCARA. Tutte le perplessità di inizio stagione, laddove ce ne fossero, sono state spazzate via in una sola domenica. Il Pescara, al cospetto di una compagine di tutto rispetto quale il Foggia, ha dimostrato di essere all'altezza di condurre un campionato di alto profilo.
I primi tre punti del torneo, meritatissimi per i valori tecnici espressi in campo, hanno un sapore dolce. Quasi di rivincita per le tante difficoltà affrontate nell'ultima settimana soprattutto dai tifosi. Che peccato aver riservato la vendita dei biglietti solo ai residenti della provincia di Pescara.
Proprio i sostenitori del delfino meritano un elogio particolare. Restrizioni, lontananza dell'impianto vastese e divieti riguardo la vendita dei tagliandi non hanno comunque impedito a tantissimi di seguire la propria squadra del cuore.
Per quanto riguarda il calcio giocato buona impressione ha destato la fase offensiva, che ha trovato in Fabio Bazzani il perfetto terminale d'attacco di una manovra agile e frizzante. Manca ancora un pizzico di cattiveria in più sotto porta ma la strada intrapresa lascia guardare al futuro con rinnovato ottimismo.
Oggi pomeriggio, al campo Vestina di Montesilvano, la squadra riprenderà gli allenamenti agli ordini del tecnico Galderisi.
All'orizzonte c'è la difficile trasferta sul campo della Ternana, una delle compagini meglio attrezzate per il salto di categoria.
Gli arancioverdi, a completamento di una rosa qualitativamente valida, sul finire del mercato hanno anche piazzato il colpo Riganò. L'ex punta di Fiorentina e Siena, malgrado l'età non più giovanissima, potrebbe rappresentare un pericolo in più per la retroguardia biancazzurra.
Ternana-Pescara, dunque, potrebbe essere la partita dei bomber. Riganò da una parte e Bazzani dall'altra. Due attaccanti di razza che domenica tenteranno di rinverdire i fasti del recente passato in serie A.
Andrea Sacchini
09/09/2008 8.58