Si sblocca il mercato con Cuomo e Cutolo, ma il Pescara è ancora senza punte

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2392

PESCARA. Dopo le difficoltà degli ultimi giorni si sblocca il mercato in casa Pescara. Il tutto a meno di dieci giorni dall'inizio del ritiro estivo di Castel Di Sangro. Manca infatti soltanto l'ufficialità per gli ingaggi di Cuomo e Cutolo.



Il primo, difensore centrale di proprietà del Potenza, avrebbe già trovato l'accordo economico con il Pescara.
Passi in avanti per l'ingaggio di Rinaldi e Di Roberto del Foggia, anche se il loro acquisto resta tutt'altro che agevole. Il primo infatti approderebbe in biancazzurro solo nell'eventualità di mancato riscatto di Romito. Per il centrocampista invece il club pugliese chiede per ora troppi soldi anche per la sola comproprietà.
Per quanto riguarda l'attacco si fa il nome di Zeytulaev, ex tra le tante di Genoa e Verona. L'ucraino rappresenterebbe una soluzione valida sull'esterno d'attacco nel 4-3-3 di Galderisi.
Per il Pescara però non ci sono solamente buone notizie. Si allontanano sempre di più, infatti, i riscatti di Romito e Sansovini. Per entrambi Napoli e Grosseto, forti di alcune richieste importanti dalla serie B, chiedono cifre troppo alte per l'attuale budget adriatico.
Problemi soprattutto per quanto riguarda l'attacco, con la rosa biancazzurra attualmente priva di punte di ruolo. Detto delle difficoltà per arrivare a Sansovini, nelle ultime ore è sfumato definitivamente Girardi, ad un passo dal Verona. Chance molto basse anche di ingaggiare Del Core, che resterà a Foggia.
A questi si aggiunge Correa, sempre più lontano, per il quale la Lazio continua a sparare alto per il semplice prestito con diritto di riscatto.
Dal mercato dovranno obbligatoriamente arrivare almeno due o tre punte. A seconda del modulo che vorrà adottare Galderisi. Una di queste potrebbe essere Biancone, molto gradito all'attuale tecnico.
Per quanto concerne le vicende societarie, infine, resta congelata la trattativa per l'ingresso in società dell'imprenditore frentano Colasante. Quest'ultimo vorrebbe rilevare il 50% del pacchetto azionario del club ma l'accordo tra le parti non è ancora stato trovato. Facile prevedere che entro questo fine settimana verrà detta la parola fine su questa vicenda, in un senso o nell'altro.
Bloccata per il momento anche la nomina del nuovo DS. Le trattative di mercato verranno portate avanti in prima persona da Francesco Soglia.

Andrea Sacchini 07/07/2008 8.38