Teramo: si allontana Polverino. Giulianova e Lanciano: oggi il nuovo tecnico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1193



TERAMO. Si complica ulteriormente la vicenda in seno la Teramo calcio.
Carlo Polverino, che avrebbe posto come condizione imprescindibile quella della gestione della pubblicità all'interno del nuovo stadio di Piano D'Accio, ha ammesso che non ci sarebbero al momento le condizioni per portare avanti la trattativa di acquisto del club.
Polverino, pur ammettendo una sorta di rottura, attenderà comunque per correttezza l'esito del consiglio di amministrazione della società. Se non dovesse uscire da questo cda il nome del nuovo presidente, la scomparsa del calcio a Teramo potrebbe essere triste realtà. A riguardo, in città, c'è molto pessimismo sul futuro.

GIULIANOVA. Ormai manca soltanto l'ufficialità. Leonardo Bitetto sarà il tecnico del Giulianova anche per la prossima stagione.
L'imprevisto allungamento dei tempi sarebbe dovuto ai numerosi impegni del presidente giuliese Sabatini, che lavora su più fronti.
Dall'allargamento della base societaria, all'iscrizione al prossimo campionato con eventuale, difficile, ripescaggio in serie C1.
Per quanto riguarda le vicende societarie si segnala un raffreddamento della pista Proietti che, a questo punto, appare abbastanza lontano dal Giulianova.
L'imprenditore abruzzese, dopo giorni di trattative, non avrebbe trovato l'accordo con il patron giallorosso Sabatini. Peccato in quanto negli ultimi giorni la trattativa era data ad un passo dalla conclusione.
Tutto fermo, invece, per quanto riguarda il mercato. Si continua a lavorare sull'acquisto di almeno due punte e sulla conferma di Paponetti. La sensazione è quella che entro un paio di settimane potrebbero essere completato l'ingaggio di almeno una punta. L'obiettivo è evitare la partenza ad handicap dell'anno scorso, con la rosa ampiamente incompleta ai nastri di partenza del campionato 2007/2008.

LANCIANO. Potrebbe essere oggi il giorno dell'annuncio ufficiale di Eusebio Di Francesco sulla panchina del Lanciano.
Mancano solo alcuni dettagli ed il classico nero su bianco è atteso addirittura per il pomeriggio di oggi. Di Francesco, che ha accettato da subito con entusiasmo la proposta della famiglia Maio, è fortemente voluto dalla dirigenza lancianese, che riconosce all'ex giocatore di Piacenza e Roma grande competenza e ottime capacità di gestione dello spogliatoio.
Una volta ufficializzato Di Francesco si potrà passare alla fase vera e propria del mercato, con l'ingaggio di un gran numero di giocatori soprattutto a centrocampo ed in attacco. In pochi infatti, dopo il disastroso crollo dell'ultimo campionato, resteranno a Lanciano. Tra coloro che verranno probabilmente confermati figurano Russo, Del Prete, Pisacane e Bolic.
Riguardo la vicenda ripescaggio la società rossonera ha inoltrato richiesta alla Lega, sperando in una positiva conclusione della storia. Sono tante le società in crisi ed il Lanciano dovrebbe occupare il quarto o quinto posto della graduatoria virtuale stilata dalla Lega.
Terza o quarta divisione, ad ogni modo, la dirigenza ha in mente di costruire sin da subito un organico all'altezza. Il tutto per dimenticare il recente e triste passato...

Andrea Sacchini 21/06/2008