Basket. Andrea Capobianco l’allenatore della Banca Tercas Teramo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1754



TERAMO. Andrea Capobianco sarà l'head coach della Banca Tercas Teramo per la stagione 2008/09.
Il tecnico di origini campane, dal curriculum già importante nonostante la giovane età, arriva a Teramo dopo due ottime stagioni a Jesi, con all'attivo una semifinale ed una finale play-off e la conquista della Coppa Italia di Legadue a Ferrara, ed ha sottoscritto con il club teramano un contratto di natura biennale.
«Sono entusiasta della scelta operata - l'opinione del Presidente Carlo Antonetti – in quanto il Sig. Capobianco è un tecnico molto preparato, serio e motivato. Si tratta di una scelta convinta e ponderata. Mi ha colpito, in particolare, la partecipata condivisione, da parte sua, dei valori umani e tecnici, posti alla base dello sviluppo del progetto Teramo Basket, valori che hanno da sempre contraddistinto il suo operato, ricco di importanti esperienze e di valorizzazione di giocatori giovani o già affermati. La conferma di tutto ciò - chiude il numero uno di Via De Albentiis - è testimoniata dalla scelta di sottoscrivere un contratto biennale».
«Sin dai primi colloqui avuti con il Presidente Antonetti e il Ds Marruganti – le prime parole del neo coach biancorosso - ho compreso quanto entusiasmo e passione ci siano a Teramo. Sono rimasto contagiato dalla tanta voglia di far bene che è trapelata dalle loro parole e non potevo scegliere diversamente. Oltretutto conosco bene la realtà di Teramo, per la vicinanza geografica e perché mi ci lega un ricordo piacevole quando, con Avellino, ottenni proprio al PalaScapriano la prima vittoria stagionale. Mi fa piacere ritrovare a Teramo due grandi giocatori come Giuseppe Poeta, che ho avuto la fortuna di veder crescere, e Brandon Brown, grande persona, la cui levatura morale si denota anche dal fatto di aver firmato il rinnovo subito dopo la fine della regular season. Sono molto motivato e non vedo l'ora di dare inizio a questa nuova avventura Mi corre l'obbligo di ringraziare l'Aurora Basket Jesi come società, lo sponsor Fileni e i tifosi, per aver trascorso insieme a loro due anni fantastici».
Nato a Napoli, classe 1966, il tecnico ha iniziato la propria carriera professionale a Battipaglia nel 1994 (Serie A2), in qualità di assistente allenatore, esperienza protrattasi sino al 1997.
Nella stagione 1997/98 la sua prima avventura da capo allenatore a Salerno, dove rimane per tre anni: all'attivo il primo Campionato vinto (dalla C2 alla C1), che gli vale il passaggio in Serie A, ad Avellino, come assistant coach.
Nel 2002/03 il ritorno a Salerno, in Serie B2, da capo allenatore, dove timbra la sua presenza per tre stagioni, prima del ritorno ad Avellino (2005/06) - la sua prima, importante esperienza nella massima serie come head coach – perchè subentra in una situazione drammatica di classifica (otto sconfitte nelle prime otto gare) e sfiora il miracolo della salvezza.
Nel dicembre del 2006 comincia la sua avventura a Jesi, con la Fileni Bpa: Capobianco subentra a campionato in corso e rileva una situazione di classifica delicata, ma con un'entusiasmante risalita fa approdare la compagine marchigiana alle semifinali play-off.
Risultato migliorato nell'ultima stagione, quando la promozione in Serie A sfuma soltanto in gara 4 della finale play-off, per mano della Pepsi Caserta. Sempre nell'ultima stagione conquista la Coppa Italia di Legadue a Ferrara, contro i padroni di casa della Carife, poi direttamente promossi in Serie A.
Capobianco, inoltre, è formatore presso la Federazione Italiana Pallacanestro con il Comitato Nazionale Allenatori, e ha sostenuto per quattro anni vari master insieme a coach Ettore Messina.
L'allenatore verrà presentato a stampa e tifosi lunedì pomeriggio, 23 giugno, alle ore 16,30, presso la sede sociale di Via De Albentiis.

17/06/2008 11.23