C2. Lanciano ad un passo da Di Mascio. Celano e Vdg: primi addii

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1094



LANCIANO. Il Lanciano è ad una svolta. Dopo tanti giorni di tentennamenti sembra ad un passo la firma di Cetteo Di Mascio che, a meno di sorprese dell'ultim'ora, sarà il nuovo tecnico dei frentani. Fortemente voluto dal DG Franco Oddo e dalla nuova proprietà rappresentata dalla famiglia Maio, a Di Mascio potrebbe anche essere affidato l'importante ruolo di coordinatore dell'intero settore giovanile rossonero. Un colpo importante che la dice lunga sulle reali potenzialità e volontà dei Maio, che davvero hanno in mente di costruire un grande Lanciano, competitivo sin dal primo anno.
Decisiva per la trattativa la forte volontà dell'attuale trainer del settore giovanile biancazzurro di cimentarsi con il calcio professionistico. Di Mascio all'attivo ha tre panchine in serie B con il Pescara durante l'annata 2003/2004.
Società e tecnico sono d'accordo su tutto, resta solo da convincere proprio il Pescara, che a ragione ha ben più di qualche semplice remora di privarsi del bravo tecnico.
Per quanto riguarda il mercato si tenterà di prolungare il contratto a chi, negli ultimi mesi, ha dato prova di non mollare mai anche nei momenti più difficili. Su tutti Bolic ed il portiere Russo.
Infine sul rossonero Pintori sembra essere piombata con decisione la Salernitana, da sempre interessata alla giovane punta frentana.

CELANO. Assorbita in parte la delusione per la finale play-off immeritatamente persa con la Real Marcianise, per la società è arrivato il tempo di puntare forte sul mercato.
Assodato che Modica sarà il tecnico del Celano anche per la prossima stagione, i primi nodi da sciogliere vengono dalla conferma o meno dei vari prestiti. Buoni rapporti esistono con forti club di serie A, Brescia e Udinese su tutti, che potrebbero girare in prestito in Abruzzo giovani talenti col chiaro scopo di fare fare loro le “ossa”.
Si andrà alle buste invece con la Cisco Roma per il bomber Dionisi. I due club infatti, almeno fino ad ora, non hanno ancora trovato un accordo per il riscatto del giocatore. Dietro la punta ci sarebbe l'Udinese.
Nel frattempo, però, è giunto il primo doloroso addio. Lascia infatti Celano Giannusa, uno dei principali protagonisti dell'indimenticabile annata dei biancazzurri. Il bravo mediano ha firmato per i prossimi tre anni con il Cassino.
Altro quasi certo addio è quello del difensore esterno De Maiò, francese classe 1987, che il Brescia il prossimo campionato ha tutta l'intenzione di trattenere in prima squadra.

VALLE DEL GIOVENCO. Dopo l'addio di Cappellacci, che ha lasciato la panchina della Valle Del Giovenco dopo due stagioni positive, il club del patron Angeloni è alla ricerca ovviamente di un sostituto all'altezza. In prima fila al momento ci sarebbe Marco Baroni, che a giorni dovrebbe incontrare la proprietà abruzzese per discutere del più e del meno ed eventualmente mettere nero su bianco. Marco Baroni ha all'attivo una panchina in C1 con l'Ancona.
L'alternativa sarebbe rappresentata da Sergio, l'ultimo anno nella Aversa Normanna.
Per quanto riguarda il mercato si preannuncia caldissimo l'asse Avezzano-Siena, con quest'ultima ben disposta a cedere in prestito in Abruzzo diversi elementi giovani e promettenti del proprio vivaio. Su tutti ci sarebbe il brasiliano Packer, qualità tecniche di indubbio rilievo, nell'ultimo torneo tra le fila del Pescara. Della primavera bianconera potrebbero arrivare in tanti. Nei giorni scorsi si parlava di una decina di giovani destinati al prestito in serie C.
Dal Bari infine, secondo voci provenienti dalla Puglia, potrebbe arrivare Iraci, giovane centrocampista che sarebbe alla prima esperienza in prima squadra lontano dalla Puglia.
Nel frattempo, dopo la cessione di Sansone al Siena e l'addio di Cappellacci, anche Bettini è ad un passo dal trasferimento in un altro club. Per l'attaccante, che ha ben fatto in questa stagione tra le fila biancoverdi, ci sono diversi sodalizi di C2, Giulianova compresa.
Infine è ad un passo dalla felice conclusione la vicenda del cambio del nominativo del club presso la Lega. Avezzano, dopo tanti anni, avrà finalmente la sua squadra nel calcio professionistico. La nuova denominazione, infatti, passerà da Pescina Valle Del Giovenco ad Avezzano Valle Del Giovenco. Il campo da gioco, come quest'anno, sarà ovviamente lo stadio Dei Marsi di Avezzano.

Andrea Sacchini 16/06/2008