Serie C2. Teramo e Giulianova alla ricerca del nuovo tecnico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1315

TERAMO. È iniziata l'era Di Francesco-Al Senussi in casa Teramo. Manca soltanto l'atto ufficiale dal notaio, che a questo punto è solo una pura formalità.
Un binomio affiatato che ha salvato il club abruzzese da un fallimento che, fino a poche settimane fa, sembrava alle porte. L'imprenditore Aldo Di Francesco ed il principe libico Idris Al Senussi, con l'intervento del patron Malavolta che ha garantito altri 350mila euro, hanno azzerato i debiti del club, che ammontavano a circa due milioni di euro.
Assicurato il futuro sportivo al Teramo, è il momento di tuffarsi sul calciomercato estivo. In arrivo si segnalano diversi giocatori, anche perché in pochi sono attualmente sotto contratto.
Prima di portare a termine qualsiasi operazione di mercato, ovviamente, bisognerà ingaggiare il nuovo tecnico. Al momento i nomi che circolano nell'ambiente teramano sono quelli di Cifaldi, Pagliari, Stringara e Patania. Alcuni di questi caratterizzati da un passato in Abruzzo e da un grande curriculum per la serie C2.
Siamo solo agli esordi del mercato estivo, ma la sensazione è quella che la nuova proprietà del diavolo abbia tutte le intenzioni di costruire un organico pronto da subito a tentare il salto di categoria. I tifosi biancorossi, da questo punto di vista, appaiono molto fiduciosi.
Infine sono quasi tutte pervenute le firme delle liberatorie dei calciatori, indispensabili come requisito per l'iscrizione alla prossima serie C2. Al momento mancherebbero solo quelle di alcuni della prima squadra, che ad ore riceveranno gli arretrati di marzo e aprile.

GIULIANOVA. Primi giorni di giugno dedicati al nuovo allenatore in casa Giulianova. La società del patron Sabatini infatti, oltre a non perdere d'occhio la vicenda iscrizione, guarda al futuro cercando al più presto di ingaggiare il nuovo tecnico. Tutti gli indizi raccolti fino ad ora, rafforzati da una seconda metà di torneo eccezionale, portano ovviamente a Leonardo Bitetto, che ha già un accordo sulla parola con il presidente giallorosso Sabatini. Lo stesso Bitetto, per l'ufficializzazione, starebbe solo aspettando la prossima settimana, nella quale dovrebbe essere positivamente messa la parola fine alla questione iscrizione alla serie C2.
Una volta ufficializzato Bitetto si penserà al mercato estivo, che vedrà come primi punti all'ordine del giorno l'intenzione della conferma dei prezzi pregiati della rosa, pur non escludendo molte partenze. Su tutti i giocatori arrivati lo scorso anno a Giulianova in prestito secco, Favaro, Campagnacci e Melchiorri su tutti.
Sul fronte conferme si vorranno trattenere i vari Ttomir, Cichella, Paponetti e Vellucci. Questi ultimi due in comproprietà con il Pescara. Da chiarire le posizioni di Scarlato e Mazzeo, segnalati lontani dal sodalizio giuliese.
Tornando al discorso iscrizione, sembra comunque trovato l'accordo tra il club giallorosso e l'agenzia delle entrate. Il debito Iva pregresso del Giulianova, infatti, verrebbe suddiviso in una sessantina di rate. I prossimi giorni chiariranno ad ogni modo definitivamente questa vicenda, giunta ad un passo dalla felice conclusione.
Sempre questa settimana, infine, si attendono sviluppi positivi circa l'allargamento della base societaria del sodalizio adriatico, che certo garantirebbe al Giulianova una società forte capace di venire incontro alle ingenti spese di un campionato che, sotto la voce degli incassi, frutta poco o niente.

Andrea Sacchini 03/06/2008