Pescara calcio. Questa settimana è decisiva per il nuovo allenatore

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2275

PESCARA. Ancora una settimana ed i nodi verranno al pettine. Tanto manca per sapere quale sarà il tecnico del Pescara che verrà. Quella di conoscere il nome del nuovo allenatore con netto anticipo dall'inizio del prossimo torneo, seppur con qualche ritardo inatteso, sarà comunque una positiva rottura di continuità rispetto le passate gestioni societarie. Tutti gli indizi raccolti nelle ultime ore portano a Franco Lerda, anche se il tanto atteso incontro tra società e tecnico pare essere stato semplicemente informale. L'alternativa all'ex Casale, se di alternativa si può parlare visto il suo passato biancazzurro ma soprattutto le grandi qualità da tecnico dimostrate in due anni a Sassuolo, è rappresentata da Max Allegri. L'ex centrocampista adriatico dei tempi d'oro di Galeone ha già avuto un paio di contatti telefonici con Gerardo e Francesco Soglia, che gli affiderebbero ben volentieri le chiavi del nuovo Pescara. La trattativa però, per quanto possa essere suggestiva, non è facile. Allegri infatti ha la grande possibilità di allenare in serie B (con il Sassuolo, ndr) e difficilmente un allenatore qualsiasi opterebbe per discendere di categoria. Allegri però non è un allenatore qualsiasi e proprio il suo grande attaccamento ai colori biancazzurri potrebbe indirizzarlo sulla panchina del Pescara.
La terza ed ultima pista riguardo il prossimo tecnico, mettendo da parte quelle ormai sfumate di Campilongo e Capuano, porta a Somma che solo una volta terminato il campionato di B alla guida del Piacenza avrà contatti con qualsivoglia squadra. L'interessato, però, ha in più frangenti declinato la chance di allenare in un sodalizio di serie C. Nulla di particolarmente strano ma, ovviamente, tutto dipenderà dagli obiettivi che la famiglia Soglia intenderà perseguire nella prossima stagione sportiva. La costruzione di un organico competitivo che abbia come scopo quello di vincere il torneo infatti, come lasciato intendere dalla stessa proprietà, farebbe gola a tantissimi allenatori validi, anche di categoria superiore.
Terminato il “giro” di colloqui con Somma, Lerda e Allegri, la dirigenza del sodalizio di via Pertini tirerà una riga ed ufficializzerà il nome del nuovo tecnico.
Nessuna novità, infine, per quanto riguarda l'attesa conferenza stampa organizzata dalla proprietà che dovrebbe aver luogo questa settimana.

CALCIOMERCATO BIANCAZZURRO

Continua il pressing serrato del Pescara nei confronti del Gallipoli per assicurarsi le prestazioni dell'esterno Correa e del centravanti Di Gennaro. Mentre per il primo le chance di indossare la maglia biancazzurra sono piuttosto elevate, per l'attaccante il discorso è più complesso. Di Gennaro, il cui rendimento negli ultimi campionati è sempre stato elevato, infatti è inseguito da diversi sodalizi anche di categoria superiore. Per quanto riguarda il Pescara però molto dipenderà dalla risoluzione del “caso” Sansovini. Il Grosseto continua a sparare alto ed il Pescara, almeno per quanto si è visto fino ad ora, non sembra intenzionato a voler venire incontro in nessun modo alle richieste del club toscano, che chiede circa 600mila euro per la comproprietà. Sansovini è comunque in scadenza di contratto e questa, con ogni probabilità, potrebbe essere una importante carta da giocare per gli adriatici. Molto in realtà dipenderà dal Grosseto, che pur di non accontentare il giocatore sembra pronto ad un lungo braccio di ferro con la punta, la cui volontà è ovviamente quella di restare in biancazzurro.
Per quanto riguarda le altre operazioni, resta in ghiaccio la trattativa per l'acquisto di Romito, per il quale il Napoli non sembra aver alcuna fretta, anche in vista dell'Intertoto, manifestazione di qualificazione alla Coppa Uefa che terminerà ad agosto inoltrato. Il club partenopeo, considerato il fatto che il mercato per le squadre italiane è aperto fino al 31 agosto, potrebbe trattenere il giocatore fino alla conclusione dell'Intertoto.

ALLIEVI NAZIONALI: PESCARA-MILAN 1-0

Prestigioso successo del Pescara, negli ottavi di finale di andata, 1-0 sul Milan nella categoria di allievi nazionali. La rete del match è stata realizzata all'undicesimo del secondo tempo da Cesaroni.
Prova maiuscola dei ragazzi del tecnico Di Battista, che hanno regolato con pieno merito il favorito Milan, guidato da un grande rossonero del passato quale Evani. Grande cornice di pubblico al San Marco, dove erano presenti oltre 1.500 spettatori.
I biancazzurri hanno giocato l'incontro con il seguente undici titolare: Angelozi, Cavasinni, Gasprino, Verratti, Granata, Scordella, Cesaroni, Berardocco, Sciarra, Inglese, Ekani. Durante il match sono entrati Bigioni, Barbone e Tine.
La gara di ritorno verrà giocata il primo giugno a Milano al campo Mario Casadei, situato nel quartiere Cimiano, alle ore 16.00.

Andrea Sacchini 26/05/2008 8.05