Pescara. Tornato il sereno in seno alla società si può guardare al futuro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1653

PESCARA. Dopo alcuni giorni di stallo e di incertezza peggiorati soprattutto da un incomprensibile silenzio stampa, si schiarisce in maniera quasi definitiva la vicenda societaria in seno alla Pescara calcio.
Gerardo Soglia e Francesco Soglia, lo confermano le dichiarazioni degli interessati rilasciate nelle ultime ore, avrebbero organizzato per la prossima settimana una conferenza stampa con l'obiettivo di chiarire tutto ciò che è avvenuto in questi ultimi giorni.
I massimi vertici del sodalizio biancazzurro insisteranno sulla loro concreta volontà di continuare l'avventura alla guida del club, smentendo ogni voce di cessione a terzi.
Come previsto non è decollata e forse non è mai partita la trattativa di acquisto della cordata guidata da Antonio Oliveri, ex vicepresidente ai tempi del patron Scibilia.
Le continue voci di cessione da parte del gruppo Soglia hanno trovato terreno fertile merito anche di uno strano silenzio stampa che ha messo in apprensione larga parte degli sportivi pescaresi.
È stato proprio qui l'errore della dirigenza pescarese.
Senza questo silenzio stampa, infatti, con ogni probabilità ci sarebbe stata maggiore chiarezza, a tutti i livelli.
Da questo punto di vista è naturale che, senza smentite ufficiali da parte della società, ogni indiscrezione messa in circolazione ha assunto contorni preoccupanti.
La possibile cessione del pacchetto azionario, la mancata conferma dell'allenatore ed i mancati acquisti di Romito e Sansovini sono gli esempi più lampanti.
In seno al sodalizio di via Pertini è tornato comunque il sereno.
Questo consentirà finalmente di poter tornare a guardare al futuro con maggiore ottimismo e nuovo entusiasmo.
Il primo nodo da sciogliere riguarda il prossimo allenatore.
Franco Lerda sembrava aver rotto definitivamente con il Pescara ma, nelle ultime ore, la sua candidatura è tornata in auge.
Decisivo sarà l'incontro tra le parti che potrebbe avvenire nei prossimi giorni.
Entro un paio di settimane ad ogni modo, a meno ovviamente di sorprese, Pescara conoscerà il nome del suo prossimo allenatore.
Tutte le strade e gli indizi portano alla conferma di Franco Lerda, ma arrivati a questo punto molto dipenderà anche dalla decisione finale dell'ex tecnico del Casale, inseguito ufficialmente da almeno un paio di sodalizi di serie B.
Nell'eventualità che Lerda rimandi al mittente l'offerta del duo Gerardo-Francesco Soglia, è comunque pronta una rosa di nomi validi.
In pole, malgrado le smentite dell'interessato, ci sarebbe Somma ma non sono tuttavia da sottovalutare le chance di Moriero, attualmente impegnato nei play-out con il Lanciano. Ultimo nome terminato sul taccuino del DS abruzzese, candidatura che aumenta di vigore da un'ora all'altra, è quello di Massimiliano Allegri, bandiera del Pescara ai tempi di Giovanni Galeone. La scelta di Allegri, questo fatto non è da sottovalutare, rappresenterebbe una positiva rottura di continuità rispetto al passato, con l'ingaggio sulla panchina del Pescara di uno dei calciatori che hanno contribuito a scrivere una pagina importante nella storia del club adriatico. Allegri, cosa ancora più importante, oltre ad essere gradito alla piazza è innegabilmente uno dei migliori tecnici emergenti nel panorama italiano. Ha dell'incredibile, per farsi un'idea sulle sue potenzialità da allenatore, la promozione ottenuta quest'anno in serie B proprio da Allegri alla guida del Sassuolo, una realtà di appena cinquemila abitanti.

IL CALCIOMERCATO

Gran parte della rosa del Pescara che ha concluso positivamente l'ultimo torneo, arrivando ad un passo dai play-off, è stata già confermata per il prossimo anno. Dell'undici base mancano però Romito, Sansovini e Micco. Mentre per i primi due le possibilità di rivederli in maglia biancazzurra non sono ancora tramontate, per l'esterno sinistro il discorso è più complicato. Micco avrebbe atteso invano, fino ad oggi, una chiamata della società per il rinnovo del suo contratto in scadenza a giugno. Sono altissime a questo punto le probabilità di un suo futuro lontano da Pescara.
Resta ancora difficile la trattativa che riguarda Sansovini, con il Grosseto che continua a sparare alto per la comproprietà del giocatore. Negli ultimi giorni, invece, sono sorte delle piccole complicazioni, assolutamente risolvibili, circa la conferma di Romito. Il difensore biancazzurro, che nel corso della stagione ha sempre espresso la volontà di restare, in un intervento telefonico ad una radio partenopea, Radio Marte, non ha nascosto il suo desiderio di giocarsi le proprie chance in serie A con la maglia del Napoli. Il club napoletano, qualora accettasse l'invito di partecipare all'Intertoto, potrebbe anche trattenere il giocatore fino al termine della manifestazione, importante in quanto garantisce l'accesso alla Coppa Uefa. In questo caso ad Intertoto concluso verrebbe dato il via libera a Romito in direzione Pescara.
Per quanto riguarda i nuovi arrivi, infine, si cercherà di ingaggiare almeno una punta di valore ed un esterno di centrocampo. Gli ultimi rumors di mercato parlano di un forte interessamento da parte del Pescara per la punta del Gallipoli Francesco Di Gennaro. È un discorso vecchio che oramai va avanti dall'indomani della conclusione del torneo regolare e che potrebbe entrare nel vivo nelle prossime settimane.

Andrea Sacchini 23/05/2008