Lanciano. Tifosi e società credono ancora nella salvezza, ora tocca ai giocatori

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1212


LANCIANO. Mancano due giorni alla partita decisiva di domenica con la Juve Stabia. Il passivo di uno a zero maturato al Biondi, unito al peggior piazzamento in classifica dei rossoneri nella stagione regolare, obbligherà gli uomini di Moriero a disputare la classica “partita perfetta”.
Per salvarsi i frentani dovranno vincere con almeno due gol di scarto.
Le dichiarazioni della vigilia, soprattutto quelle dei componenti della famiglia Di Maio, sono state improntate sulla fiducia e sulla convinzione di avere tutti i mezzi a disposizione per ribaltare il verdetto del match di andata.
Sulla carta, infatti, basta guardare la classifica senza penalizzazioni con il Lanciano che avrebbe una decina di punti in più dei campani, la rosa frentana è tutt'altro che inferiore a quella stabiese.
Al Biondi il Lanciano è apparsa formazione distratta e stranamente demotivata.
Difficile a credersi dopo l'importante e tanto atteso cambio al vertice della società.
La salvezza, seppur molto difficile, è ancora possibile a patto che naturalmente cambi qualcosa all'interno della squadra, soprattutto sotto il profilo mentale.
La sicurezza e la forza del gruppo Maio, infatti, hanno azzerato ogni alibi ai giocatori.
A Castellammare di Stabia i frentani dovranno sfoderare una prestazione da leoni, anche per ripagare i tantissimi tifosi rossoneri che seguiranno in Campania i propri beniamini.
Sono infatti stati riempiti quasi completamente tutti e quattro i pullman organizzati dal tifo lancianese. Con l'aggiunta di diverse auto private che raggiungeranno Castellammare, è lecito pensare che il settore ospiti del Menti riserverà un colpo d'occhio invidiabile.
La società crede all'impresa, così come i tifosi. Toccherà dunque agli uomini di Moriero trasformare in realtà il sogno e la concreta speranza di entrambi.
Per domenica il problema principale per il tecnico lancianese sarà quello di ovviare alle numerose assenze dei suoi giocatori.
Vicedomini è stato appiedato per due turni dal giudice sportivo, mentre saranno out causa infortunio Pisacane e Pintori. È in dubbio invece Vitale ma difficilmente il difensore recupererà per essere inserito nella distinta dell'arbitro.
La nuova proprietà nel frattempo, una volta archiviata questa stagione, dovrà lavorare per chiedere l'affiliazione della nuova società alla Federazione, cambiando ovviamente denominazione sociale a seguito del fallimento della vecchia SS Lanciano. Tra i nuovi nomi spiccano AC Lanciano, FC Lanciano e Virtus Lanciano.
Per quanto riguarda la Juve Stabia, il tecnico Costantini dovrà rinunciare per squalifica alla punta Caputo, espulso al Biondi per eccesso di esultanza dopo aver realizzato il punto del definitivo uno a zero ospite.
Sugli spalti del Romeo Menti, nel frattempo, si attende il tutto esaurito. Come confermato dallo stesso, sarà presente anche l'attaccante Fabio Quagliarella. Il giocatore dell'Udinese, inserito nella lista dei 24 in prova da Donadoni dai quali usciranno i 23 convocati per la fase finale degli Europei di giugno in Svizzera e Austria, è un grande tifoso della Juve Stabia.

Andrea Sacchini 23/05/2008