La prossima settimana è quella decisiva per il futuro del Lanciano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1082

LANCIANO. Si è svolta ieri, nella sede sociale del Lanciano calcio, l'attesa conferenza stampa del curatore fallimentare del club Giovanni Carlo Trinetti, che ha chiarito in maniera definitiva le modalità per rilevare il titolo sportivo della fallita S.S. Lanciano.
Il perito ha stabilito il valore iniziale del club in 535mila euro.
La prima asta si terrà il prossimo 12 maggio.
Qualora non dovesse presentarsi nessuno, sono previste altre due aste il 14 maggio ed eventualmente il 16 dello stesso mese.
L'intenzione di Trinetti è quella di chiudere il tutto prima della disputa dei play-out in quanto, ovviamente, una società in C1 ha certamente maggior valore nei confronti della stessa in C2. Successivamente alla prima, le basi d'asta seguenti avranno uno “sconto” del 25% circa dell'iniziale valore di 535mila euro, fino ad arrivare ad una cifra di poco superiore ai 300mila euro il 16 di maggio. La cauzione per ogni offerta è di 110mila euro.
Le offerte sono libere con l'unica eccezione del 16 maggio, quando a formulare proposte potranno essere soltanto società per azioni o srl.
Una volta concluse le operazioni di acquisto, la nuova proprietà dovrà impegnarsi a pagare i debiti conseguiti con la federazione e con i tesserati del Lanciano calcio, per un valore complessivo pari a 432mila euro.
L'ultimo passo prevede l'affiliazione alla Figc che, di conseguenza, girerà alla nuova società il titolo sportivo della S.S. Lanciano.
Chi “vincerà” l'asta, avrà tempo circa due settimane per completare tutte le operazioni.
Al momento in pole position per l'acquisto ci sarebbe sempre Franco Maio, ma non è da escludere l'inserimento all'ultimo momento di qualche altra cordata di imprenditori locali e non.
All'incontro di ieri con gli organi di stampa era presente anche il primo cittadino frentano Filippo Paolini.
Il sindaco di Lanciano ha confermato che, certamente, si farà di tutto affinché il titolo sportivo non termini più nelle mani di avventurieri.
Per quanto riguarda il calcio giocato, invece, i rossoneri hanno conosciuto il loro prossimo avversario salvezza, la Juve Stabia.
Le vespe stabiesi, probabilmente, rappresentano il peggior avversario che ci si potesse aspettare nei play-out.
Verosimilmente il Lanciano, nella gara di ritorno che si giocherà in terra campana, troverà un ambiente molto caldo e cosa ancora peggiore, i ragazzi di Moriero partiranno in condizioni di svantaggio a causa del peggior piazzamento finale in classifica.
Certamente occorrerà il miglior Lanciano per conquistare una salvezza che, con penalizzazioni e deferimenti a non finire, rappresenterebbe una impresa sportiva notevole.

Andrea Sacchini 06/05/2008