Pescara. Lerda: «battiamo il Lanciano e vediamo cosa succede...»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1593

PESCARA. Contento della sentenza della Corte di Giustizia Federale che ha ridato i due punti al Pescara sottratti la settimana scorsa, Franco Lerda punta con decisione la gara casalinga con il Lanciano: «siamo attesi da questa partita. Giochiamo al massimo e vediamo al termine dei novanta minuti se siamo o meno ai play-off. Il tutto senza rimpianti».
Penalizzazione di due punti o meno, dal punto di vista delle motivazioni poco sarebbe cambiato per questa partita. Di questo è convinto Franco Lerda: «premesso che per me questo è un campionato falsato. Non lo dico solo io ma tale definizione viene da più parti. Detto questo, penalizzazione di due punti o meno non cambiava il fatto che domenica, con il Lanciano, dobbiamo metterci in condizione di fare il massimo possibile. È naturale che dobbiamo vincere e vedere ciò che succede sugli altri campi. Dobbiamo fare di tutto affinché questa stagione si concluda nel miglior modo possibile, senza alcun rimpianto. Questo lo ripeto ai giocatori da inizio settimana».
Che questo sia un campionato anomalo, deciso dai tribunali, il tecnico del Pescara è d'accordo: «è un campionato falsato per la tempistica dei deferimenti e delle penalizzazioni. Non è corretto dare penalizzazioni in coda al campionato. Mi hanno detto che questo non è il primo anno che succede così, ma ciò non toglie che il metodo è sbagliato. In queste condizioni è difficile trovare una logicità. Noi non possiamo farci niente. Per noi domenica è l'ultima partita di campionato. Dobbiamo giocarla come abbiamo fatto a Salerno, nel miglior modo possibile. Dobbiamo metterci nelle condizioni di non dire “se, ma..”».
A Salerno l'ennesima buona prestazione in trasferta della squadra si è conclusa con una sconfitta. Il tecnico del Pescara analizza la partita di Salerno: «purtroppo abbiamo perso. Abbiamo fatto un'ottima gara. Purtroppo questo non è stato sufficiente perché non abbiamo fatto gol, sbagliando qualcosa di troppo anche negli ultimi sedici metri. In alcune circostanze siamo anche stati egoisti e questo probabilmente è il più grosso rammarico che abbiamo».
Conclusione dedicata al futuro. Negli ultimi giorni si è sparsa la voce di un interessamento del Mantova per Franco Lerda. Il diretto interessato smentisce: «sì ho letto anche io sui giornali di questo interessamento nei miei confronti del Mantova. Io sono un allenatore che ha le sue ambizioni ma questo è un discorso prematuro. Ora penso al Pescara, abbiamo un campionato da portare a termine e vediamo se parteciperemo ai play-off o meno. Ci sono tante cose da fare, non è ancora il momento di parlare del futuro. Naturalmente sono cose che mi fanno piacere. Vuol dire che è stato positivo ciò che è stato fatto fino ad ora. Non ho comunque firmato per nessuno tengo a precisarlo».

NOTIZIARIO

Doppia seduta di allenamento per il Pescara ieri. Mattina in palestra e pomeriggio partitella in famiglia undici contro undici allo stadio Adriatico. Sono andati in rete Micco, Falomi e Felci. Erano tutti a disposizione del tecnico Franco Lerda eccezion fatta Tommaso Romito, che ha partecipato alla sola seduta mattutina per motivi personali. In vista della partita di domenica all'Adriatico con il Lanciano Lerda, a meno di sorprese dell'ultim'ora, dovrebbe dare fiducia allo stesso undici di Salerno, con l'unico terminale offensivo Sansovini supportano sugli esterni da Felci e Micco.
Oggi singola seduta di allenamento pomeridiana al campo Vestina di Montesilvano.
Nel frattempo prosegue la vendita dei tagliandi per l'ultimo turno del torneo. Interi e ridotti hanno un costo di soli 2 euro.
Compiendo un passo indietro, la restituzione dei due punti di penalizzazione ha, di fatto, rilanciato con forza la candidatura del Pescara ai play-off. Al momento, a quota 50, i biancazzurri sono in compagnia di Perugia e Arezzo, a meno due dal Crotone quarto. Proprio per questo, con arrivo virtualmente certo a parità di punti di due o più squadre, fondamentale saranno i risultati conseguiti tra gli scontri diretti e la classifica avulsa. Per questo facciamo un po' di chiarezza sulle chance del Pescara.

IL PESCARA È AI PLAY-OFF SE...

Fermo restando la penalizzazione della Lucchese, in ogni caso se il Pescara batte il Lanciano ed il Perugia perde o pareggia con il Martina. In questa eventualità il risultato dell'Arezzo non conta in quanto i biancazzurri sono in vantaggio negli scontri diretti.
Il Pescara è ai play-off in caso di pareggio con il Lanciano, unito alla sconfitta del Perugia ed alla mancata vittoria dell'Arezzo.
Se Pescara e Perugia vincono entrambe, i biancazzurri devono sperare nella mancata vittoria del Crotone in casa con il già salvo Sorrento in quanto, a quota 53, gli abruzzesi sarebbero in vantaggio negli scontri diretti.
In caso di arrivo a pari punti di Arezzo, Perugia e Pescara, ad accedere agli spareggi promozione sarebbero gli aretini per la classifica avulsa.

Andrea Sacchini 02/05/2008