C2/B. Per Teramo e Giulianova è la domenica decisiva per la salvezza

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

915


TERAMO. Sconforto in casa Teramo. Sembrava ormai conclusa la trattativa riguardo il passaggio delle quote societarie da Malavolta a Paoloni ma in realtà, negli ultimi giorni, pare che sia saltato tutto. Il gruppo Malavolta sostiene di aver pagato ogni contributo erariale pertinente all'accordo di cessione con Paolone, mentre quest'ultimo in sostanza smentisce le dichiarazioni dell'ex patron della Teramo calcio. I prossimi giorni saranno decisivi per delineare al meglio questa vicenda, che rischia di portare il Teramo calcio dinanzi il tribunale.
Intanto in vista della partita salvezza di domenica in casa con il Bellaria, basterà un punto, il diavolo ritrova Voria, Priolo e Andreulli, che rientrano dal turno di squalifica, ma perdono Cascone e Borgogni per infortunio.
Nel Bellaria, invece, il tecnico Ceccarelli, tra l'altro squalificato per domenica, dovrà forzatamente rinunciare per squalifica a diversi elementi della rosa: Brighi, Lagnese e Zanardo.

GIULIANOVA. La classica amichevole del mercoledì pomeriggio, ha in parte schiarito un po' le idee al tecnico Bitetto circa la formazione da schierare domenica sul campo del Sansovino. Bitetto è indeciso sull'utilizzo dal primo minuto di Paponetti, non ancora al top della condizione dopo l'infortunio subito in campo un paio di settimane fa. Se l'ex attaccante del Pescara recupererà in pieno il ritmo partita, molto probabile il tridente con Campagnacci ed uno tra Melchiorri e Polo, con quest'ultimo leggermente favorito. A centrocampo scontate le conferme di Tatomir, Cichella e Croce, quest'ultimo autore di una prova strepitosa domenica scorsa in casa con il Prato.
Del Sansovino, il cui tecnico Fiorucci opererà un massiccio turnover, bisognerà temere soprattutto la voglia dei tanti giovani che vorranno mettersi in mostra. Vietato dunque per il Giulianova sottovalutare l'avversario, anche se inferiore dal punto di vista tecnico e privo soprattutto di particolari motivazioni a causa della già matematica retrocessione in serie D.
Per quanto riguarda i tifosi, il sodalizio di Monte San Savino ha messo a disposizione dei sostenitori giallorossi circa 200 tagliandi di settore ospiti. I biglietti degli altri settori comunque, prevedendo una partecipazione minima dei tifosi di casa, potranno essere acquistati anche il giorno del match direttamente nelle rivendite autorizzate dal club arancioblù. L'impianto di Monte San Savino contiene 2.500 spettatori, motivo per il quale ci sarà posto a sufficienza per tutti coloro che vorranno seguire i ragazzi di Bitetto in questa ultima, decisiva partita per la permanenza in serie C2.
Il Giulianova resta in C2 in ogni caso se vince, mentre nell'eventualità del pari il calcolo con la classifica avulsa diventa complesso. Motivo per il quale dalla toscana bisognerà tornare con i tre punti.

Andrea Sacchini 02/05/2008