Pescara torna a 50 punti. Al Lanciano confermati 8 punti di penalizzazione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1154

PESCARA. La Corte di Appello Federale ha accolto il ricorso del Pescara, che riavrà in classifica i due punti decurtati la scorsa settimana. Una notizia positiva dopo due settimane difficilissime sia a livello societario sia a livello strettamente giuridico. La corsa play-off a questo punto è riaperta, fermo restando la penalizzazione quasi certa della Lucchese ed il successo dei biancazzurri domenica in casa con il Lanciano. Bisognerà sperare di non terminare il campionato al quinto posto in compagnia con il Perugia o a braccetto di Arezzo e Perugia. In quest'ultimo caso infatti, con tre squadre a pari punti, la classifica avulsa favorirebbe gli aretini. L'unica possibilità per il Pescara di partecipare ai play-off, dunque, è legata alla non vittoria del Perugia a Martina Franca. In quel caso, infatti, a pari punti tra Pescara ed Arezzo gli abruzzesi sarebbero in vantaggio negli scontri diretti.
ella sentenza di secondo grado il club adriatico era difeso dall'avvocato Eduardo Chiacchio ed era rappresentato nella capitale dal patron Gerardo Soglia e dal vicepresidente Francesco Soglia.

Al Lanciano, invece, è stata confermata la penalizzazione di 8 punti. I rossoneri, difesi in questo processo di secondo grado dall'avvocato Eduardo Chiacchio, restano a quota 32 in classifica e disputeranno i play-out salvezza.


30/4/2008 22.04