C2/B. Il Giulianova subisce tre reti e perde a Reggio Emilia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

915

REGGIO EMILIA. Nulla da fare per il Giulianova, che esce sconfitto 3-0 dal Giglio di Reggio Emilia. Una gara senza storia, causa soprattutto l'evidente differenza tecnica tra le due squadre. Non ha dato frutti, purtroppo, la decisione di Bitetto di abbandonare il tridente in favore di un centrocampo più folto.

REGGIO EMILIA. Nulla da fare per il Giulianova, che esce sconfitto 3-0 dal Giglio di Reggio Emilia.
Una gara senza storia, causa soprattutto l'evidente differenza tecnica tra le due squadre.
Non ha dato frutti, purtroppo, la decisione di Bitetto di abbandonare il tridente in favore di un centrocampo più folto.


A rompere le uova nel paniere del tecnico, infatti, ci ha pensato l'inizio arrembante della Reggiana, passata in vantaggio praticamente subito.
L'approccio alla partita dei giuliesi, fatto di difesa e contropiede, è stato giusto ma proprio da qui viene il rammarico maggiore.
Subire appunto lo 0-1 proprio in avvio di match.
Purtroppo al cospetto della squadra probabilmente più attrezzata al salto di categoria non si possono commettere errori, soprattutto in fase difensiva.
Parziale attenuante per il Giulianova in fatto di dover rinunciare per infortunio a D'Aniello, Scarlato, Cichella e Paponetti. Senza sottovalutare l'importanza dei primi tre, è stata particolarmente pesante in special modo l'assenza dell'ex attaccante del Pescara, indispensabile nelle manovre offensive dell'undici di Bitetto.
Avvio di gara equilibrato con due azioni pericolose per parte concluse male da Ogliari e Catellani.
Al dodicesimo Reggiana in vantaggio con Catellani, abile a battere in uscita l'incolpevole Mancini su delizioso assist di Martinetti.
Buona la reazione del Giulianova, abile soprattutto in fase di palleggio a centrocampo. Al 28esimo è strepitoso il numero uno di casa a negare a Mazzeo il punto del pareggio.
La ripresa inizia seguendo lo stesso canovaccio del primo tempo, Reggiana timida e Giulianova più convinto fino alla doccia fredda del raddoppio, caduto al minuto sei. Cross preciso di Catellani per l'accorrente Martinetti che di piatto al volo insacca appena dentro l'area di rigore ospite.
Dopo il 2-0 la partita non offre particolari spunti, fino al definitivo 3-0 della Reggiana.
In questo caso il contropiede micidiale dei granata è finalizzato da Catellani, doppietta personale, al 70esimo minuto.
Il tecnico Bitetto, dal primo minuto, ha optato per il seguente undici titolare: Mancini, Ogliari, Garaffoni, Bettini, Piva, Pucello, Tatomir, Croce, Macrì, Melchiorri e Campagnacci.
Con questo rovescio esterno il Giulianova, quintultimo in compagnia di CuoioCappiano e Carrarese, viene nuovamente risucchiato nella zona play-out.
Domenica al Fadini contro il Prato sono in gioco pesanti punti salvezza per i giallorossi, costretti a vincere senza far calcoli.
Tante, infatti, sono le squadre coinvolte nella lotta per evitare i play-out. Da questo punto di vista, probabilmente il Giulianova è la favorita numero uno per evitare le ultime cinque piazze. Il calendario di queste ultime due partite infatti, con Prato in casa e trasferta sul campo del già matematicamente retrocesso Sansovino, può essere fedele alleato per i giuliesi.
Questo fatto fa guardare con fiducia al finale di campionato, fermo restando la necessità di non sottovalutare alcun avversario.

Andrea Sacchini 21/04/2008