C2/C. Il Celano soffre ma batte 2-0 la Scafatese

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1348

CELANO. Il Celano torna al successo e ripropone con forza la propria candidatura in zona play-off.
I biancazzurri, dopo le difficoltà delle ultime giornate, si riscoprono un po' meno belli e soprattutto vincenti regolando in casa 2-0 la Scafatese.
Vittoria sofferta per gli abruzzesi, che specialmente nel primo tempo hanno pagato la maggior brillantezza della Scafatese.
Con il passare dei minuti, però, in special modo nella ripresa, sono venuti a galla i reali valori tecnici che dividevano le due squadre.
Entrambi i gol del Celano, infatti, sono stati realizzati nel corso della seconda frazione di gioco.
Buon avvio degli ospiti vicini al vantaggio in diverse occasioni e negato merito della giornata di grazia del portiere celanese De Felice, splendida rivelazione.
Il Celano, contrariamente alle previsioni, nel primo tempo è apparso troppo contratto ed incapace di creare vere e proprie palle gol, eccezion fatta la rete annullata a Contino per inesistente fuorigioco.
La ripresa, complice soprattutto la stanchezza dell'undici di Scafati e la maggior convinzione dei biancazzurri, ha seguito tutt'altro canovaccio rispetto al primo tempo.
Al Celano sono bastati i cinque minuti intercorsi tra il 62esimo ed il 67esimo per convogliare il match sui binari del successo. Prima marcatura di Mignogna che di testa batte il portiere ospite su calcio d'angolo battuto da Mignogna.




(Foto: Antonio Oddi)




Il 2-0 finale è grande merito di Villa che ruba un pallone a centrocampo e serve sullo scatto Mignogna, che di fronte al portiere non sbaglia.
Minuti finali del match in tranquillità per gli uomini di Modica, che hanno amministrato senza difficoltà il doppio vantaggio fino al novantesimo.
Il Celano ha giocato con il seguente undici titolare: De Felice, Zanon, Bacchi, Giannusa, Morgante, De Maiò, Mignogna, Graziano Villa, Contino, Gadau e Negro.
Il bel successo sui campani, però, fa da contraltare alle negative notizie provenienti dai campi delle dirette concorrenti. Vigor Lamezia e Real Marcianise, infatti, hanno vinto e la classifica tutto sommato è rimasta invariata. Di positivo per gli abruzzesi, oltre naturalmente alla vittoria sulla Scafatese, solo il pari del Monopoli, costretto allo 0-0 sul campo della Vibonese.
La classifica dunque, con quattro squadre racchiuse in appena tre punti, impone al Celano di vincere la prossima trasferta sull'insidioso campo dell'Andria, bisognosa di punti salvezza. Ultimo turno tra le mura amiche al cospetto del già promosso Benevento.
Se il campionato finisse oggi, però, il Celano sarebbe nei play-off. Questo lascia guardare con ottimismo al futuro, considerato il campionato strepitoso degli uomini di Modica.
Lo stesso tecnico siciliano attende il rinnovo del contratto anche per la prossima stagione. Società e allenatore, comunque, attenderanno la fine del campionato prima di incontrarsi e mettere nero su bianco. Di certo c'è, escluse sorprese clamorose, che Modica sarà il tecnico del Celano anche per la prossima stagione. Visto l'andamento di questo campionato, non poteva esserci decisione più saggia da parte del patron Ermanno Piccone.

a.s. 21/04/2008