Sansovini e Vitale: «Pescara, non sottovalutare il Sorrento»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1006

PESCARA. Per il Pescara ripresa degli allenamenti al Vestina di Montesilvano in vista del match interno con il Sorrento. Tutti a disposizione dell'allenatore, che avrà soltanto problemi di abbondanza. Oggi dopo la consueta seduta di allenamento verrà ufficializzata la lista dei convocati.

PESCARA. Per il Pescara ripresa degli allenamenti al Vestina di Montesilvano in vista del match interno con il Sorrento. Tutti a disposizione dell'allenatore, che avrà soltanto problemi di abbondanza. Oggi dopo la consueta seduta di allenamento verrà ufficializzata la lista dei convocati.
Appuntamento per il match domani alle 15.00 allo Stadio Adriatico. Il tecnico Franco Lerda, dato per scontato l'oramai collaudato 4-3-2-1, con ogni probabilità darà fiducia allo stesso undici capace di costringere il Gallipoli al pari interno. Recuperato completamente Sansovini dal risentimento al polpaccio destro, l'unico dubbio è legato al ruolo di esterno sinistro di centrocampo. Il ballottaggio, ormai solito, è tra Turchi e Micco. Il secondo, al momento, pare leggermente avvantaggiato ma Lerda scioglierà ogni dubbio soltanto il giorno della gara. Per il resto Indiveri in porta. Linea difensiva a quattro con Pomante-Romito coppia centrale, Giuliano a destra e Vitale sull'out di sinistra. Trio di centrocampo composto da Ferraresi, Cardinale e Dettori, con quest'ultimo che agisce qualche metro più avanti rispetto i compagni di reparto. Sugli esterni le idee di Felci a destra ed uno tra Micco e Turchi sulla corsia mancina a supporto dell'unico terminale offensivo Sansovini.
Nel Sorrento, virtualmente salvo, il tecnico Massimo Morgia pare intenzionato a far uso massiccio del turnover. Non partirà per Pescara l'ex di turno Carmine Gautieri, che da diverse domeniche non figura tra i titolari. Probabile panchina anche per l'ex Fiorentina e Piacenza Rastelli.
Spazio dunque ai tanti giovani del club campano che, fino ad ora, hanno avuto poche opportunità per farsi vedere.
Il Pescara, gioco forza, dovrà prestare particolare attenzione alla voglia dei giovani del Sorrento, che sicuramente avranno tutta l'intenzione di ben figurare dinanzi un palcoscenico importante quale lo stadio Adriatico.
Dirigerà il match il veronese Giuseppe Sguizzato, coadiuvato da Tronchin e Gennaro.
Sulle insidie di questa partita, ieri abbiamo sentito Marco Sansovini, che ha messo in guardia i suoi dall'apparente facilità del match con il Sorrento: «è la partita forse più difficile che poteva capitarci. Il Sorrento verrà a Pescara forte della salvezza e sarà libero da pressioni. Giocheranno molti giovani che certamente vorranno mettersi in mostra. Non commettiamo l'errore di sottovalutare l'avversario, potremmo avere delle brutte sorprese. Anche con le seconde linee possono farci male, sono comunque giocatori di categoria».
Sul suo possibile recupero, è lo stesso attaccante biancazzurro a fugare ogni dubbio: «mi sono allenato bene oggi (ieri per chi legge, ndr) e certamente sarò a disposizione del tecnico. Poi sarà Lerda a decidere sul mio utilizzo dall'inizio o a partita in corso».
Dopo Sorrento il Pescara sarà atteso dalla trasferta di Salerno. Sansovini però pensa prima al match con i campani: «dobbiamo pensare una partita alla volta. Prima pensiamo a vincere con il Sorrento, poi ci sarà tutto il tempo di preparare la trasferta di Salerno. Ogni partita è decisiva. Il nostro obiettivo è quello di conquistare tutti i nove punti a disposizione da qui a fine campionato».
Sulla corsa play-off, Sansovini ha le idee chiare: «faremo la corsa sulla squadra che più sarà alla nostra portata. Per questo motivo ogni punto da noi conquistato vale oro. Per gli scontri diretti puntiamo a Taranto e Crotone, anche se i primi hanno quattro punti di vantaggio su di noi che non sono pochi. Certamente non perdiamo d'occhio Lucchese e Perugia, anche se su di loro abbiamo lo svantaggio degli scontri diretti a noi sfavorevoli».

SIMONE VITALE

Sulla stessa lunghezza d'onda del compagno di squadra, esclama cautela anche il difensore biancazzurro Simone Vitale: «la nostra attenzione è concentrata solo ed esclusivamente sul Sorrento, che certo non sottovaluteremo. Il nostro obiettivo è vincere. Non credo ad un Sorrento scarico mentalmente dopo la salvezza ormai acquisita. Se non approcciamo bene la partita per noi rischia mi mettersi male».
L'obiettivo è fare bottino pieno col Sorrento, senza dimenticare naturalmente la trasferta di Salerno: «dobbiamo fare sei punti in casa. A Salerno andiamo lì per vincere, ma certo non nascondo che sarà certamente molto dura».
Con il Gallipoli il Pescara è calato nella ripresa. Vitale però difende i suoi compagni: «il caldo comincia a condizionare pesantemente le partite. Non si possono giocare bene tutte le partite. Fisicamente posso dire che stiamo bene. Nella coda del campionato chi sta meglio a livello mentale è favorito. Io posso dire che stiamo bene anche mentalmente...».
Sui possibili avversari play-off, il terzino biancazzurro non vuole far calcoli: «lo ripeto, pensiamo al Sorrento. È normale che la corsa ai play-off vada fatta nei confronti della squadra in svantaggio con noi negli scontri diretti. Puntiamo dunque a Taranto e Crotone, ma in queste ultime tre giornate ci saranno tanti scontri diretti. Aspettiamo almeno la fine di questo turno di campionato, quando credo che la classifica sarà più chiara».

Andrea Sacchini 19/04/2008