Lanciano calcio. Il tempo per la nuova società stringe

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1181

LANCIANO. Sono passati due giorni dalla sentenza di fallimento del club frentano da parte del Tribunale di Lanciano ed il tempo a disposizione del curatore fallimentare Giovanni Carlo Trinetti per trovare una nuova proprietà stringe.
Bisogna costituire innanzitutto una nuova società di capitali, poi la nuova Lanciano calcio dovrà affiliarsi alla Figc. Il tutto, ovviamente, è subordinato al ripianamento dei debiti contratti nei confronti della federazione e dei tesserati, che ammontano a circa due milioni di euro.
Al momento le cordate apparentemente interessate al Lanciano calcio sarebbero due. La prima vedrebbe coinvolti in prima persona l'ex patron Riccardo Angelucci, gli imprenditori Vitelli e Prospero e l'ex presidente della Pescara calcio Angelo Renzetti.
La seconda, decisamente più percorribile, riguarda la costituzione di una nuova società di capitali guidata dall'imprenditore abruzzese Franco Maio, coadiuvato da un gruppo fidato di collaboratori.
Ad ogni modo chiunque abbia a cuore le sorti del glorioso club rossonero ha a disposizione poco tempo.
La data ultima per salvare il Lanciano calcio è quella del 28 giugno.
Nel frattempo, sempre per quanto riguarda la sentenza di fallimento, entro domani dovranno essere depositate in Tribunale le scritture contabili e fiscali, i bilanci delle ultime due stagioni e l'elenco di tutti i creditori della società Lanciano calcio.
In questa situazione di massima incertezza, i frentani rischiano tempo un mese di ritrovarsi anche con una pesante penalizzazione in classifica causa il deferimento della disciplinare. La sentenza verrà depositata il 22 aprile e verrà letta il 2 maggio. Ci sarà tempo una settimana per presentare eventuali ricorsi alla Corte di Giustizia ma, ovviamente, al momento sono di ben altro genere i problemi che attanagliano il Lanciano calcio. L'eventuale penalizzazione potrebbe far sprofondare i rossoneri in piena zona play-out.
La squadra infine, che onorerà fine alla fine tutti gli impegni di campionato eventuali play-out compresi, si prepara al prossimo impegno di campionato interno al Biondi contro il Crotone. L'obiettivo, per quanto sia difficile, è tenere i problemi societari lontani per almeno 90 minuti di gioco.

Andrea Sacchini 10/04/2008