Basket, Siviglia: «in campo per la vittoria»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1402

PESARO. Cinque giornate al termine del Campionato, altrettante finali per il Siviglia Wear Teramo, impegnato domani sera, sabato 5 aprile (“palla a due” ore 21), nuovamente davanti alle telecamere di Sky Sport 2 nell'anticipo televisivo del 30esimo turno della Serie A contro la Scavolini Spar Pesaro, matricola di lusso, che precede gli aprutini di quattro lunghezze in classifica.
I padroni di casa sono alla ricerca di quella vittoria che consentirebbe loro di raggiungere la matematica salvezza con quattro giornate di anticipo, mentre gli ospiti sono in piena bagarre nella lotta per un posto nei play-off.

SCAVOLINI SPAR PESARO

La formazione marchigiana, reduce dalla sconfitta di Siena, contro la leader Montepaschi, nonostante sia a tutti gli effetti una matricola quest'anno in Serie A, può essere considerata come una delle società storiche del basket italiano, in virtù del suo ricco palmarès.
Nella stagione attuale, in esterna, ha un bilancio di un terzo di partite vinte (5 su 15): tra queste anche successi prestigiosi raccolti su parquet ostici, quali Montegranaro, Napoli, Varese, Capo d'Orlando e Bologna sponda Virtus (ultimo exploit ottenuto il 24 febbraio scorso).
Sotto la guida del neretese Stefano Sacripanti, la Scavolini risulta essere particolarmente pericolosa dal perimetro (quarto team del Campionato con quasi il 39%), avendo ben tre giocatori che tirano sopra il 40% da tre (il playmaker Keydren Clark, l'ala Michael Hicks e la 37enne guardia Carlton Myers, autentico fuoriclasse della “palla a spicchi” italica).
A completare il settore dei “piccoli”, la freschezza di uno degli ex, Robert Fultz, e l'esperienza della guardia statunitense Rasheed Brokenborough.
Ma anche sotto le plance i pesaresi presentano individualità di spicco, tra cui l'ex Pervis Pasco, primo nella graduatoria delle schiacciate e secondo in quella delle stoppate, l'estro e la potenza fisica dell'ex Montegranaro Ronald Slay, l'intelligenza tattica dell'ala lituana Mindaugas Zukauskas, con l'aggiunta del centro italiano Samuele Podestà, pronto a subentrare dalla panca.

SIVIGLIA WEAR TERAMO

Dopo due successi consecutivi raccolti in trasferta (Biella e Udine, sempre in diretta Sky), i biancorossi vogliono tornare al successo anche tra le mura amiche, avare di punti nelle ultime apparizioni.
Appuntamento da non rimandare, anche perché i due punti darebbero a Lulli e compagni anche il beneplacito della matematica nella corsa verso la salvezza, con 160 minuti di anticipo.
L'opinione del coach del Siviglia Wear Teramo, Massimo Bianchi: «E' una gara decisiva per continuare a sognare. Giochiamo contro una squadra di grande talento tecnico e fisico, molto ben allenata. Sarà un match importante anche per loro, quindi estremamente tirato, ma noi vogliamo tornare a vincere davanti al nostro pubblico, proprio perché insieme a loro vogliamo sognare: per farlo siamo consapevoli che dovremo giocare con grande continuità e concentrazione per quaranta minuti, senza concederci pause.
Dovremo essere bravi a non concedere loro di andare in transizione e mettere in campo una buona intensità difensiva, giocando con la nostra identità, difendendo in modo aggressivo per ripetere e, se possibile, migliorare, le ultime due prestazioni, pur con la gestione dei soliti problemi fisici.
Veniamo da una discreta settimana di allenamenti, in cui il gruppo ha lavorato con voglia e intensità ».

ULTIM'ORA


In casa Siviglia Wear saranno da valutare le condizioni del play-guardia Marco Carra, della guardia italo-argentina Franco Migliori, che si sono allenati a parte per tutta la settimana, e dell'esterno Devin Green, febbricitante, mentre sul fronte pesarese, soltanto il capitano Carlton Myers ha svolto lavoro differenziato in questi giorni, per via di una contrattura dorsale, con blocco articolare: per un suo impiego si deciderà nell'immediata vigilia del match.

EX E PRECEDENTI


Due sono gli ex, entrambi di sponda pesarese, che scenderanno sul parquet dal PalaSkà sabato sera. Si tratta del ventisettenne centro statunitense Pervis Pasco e del playmaker italiano Robert Fultz, entrambi alle pendici del Gran Sasso nella stagione 2005/06, sotto la gestione Boniciolli.
I precedenti sono favorevoli alla Scavolini, che ha vinto quattro delle cinque sfide disputate contro i teramani, violando il palasport abruzzese nel 2003/04 (80-94): protagonista assoluto fu il compianto Alphonso Ford, autore della bellezza di 41 punti (8/10 da tre).
La stagione successiva la Navigo.it si prese la rivincita, battendo gli avversari tra le mura amiche per 88-80.
Anche la differenza punti vede avanti gli ospiti (451 - 424).
All'andata la Vuelle prevalse di misura (81-77), anche grazie alla superiorità mostrata a rimbalzo (42 a 30), dopo un ottimo recupero di Poeta e soci.

I FISCHIETTI

Per l'incontro Siviglia Wear Teramo – Scavolini Spar Pesaro, sono stati designati gli arbitri:
- Paolo TAURINO di Modena;
- Sergio BORRONI di Corsico (MI);
- Dino MASTRANTONI di Cisterna di Latina.(LT)

05/04/2008 10.36