Pescara calcio. Con la Pistoiese inizia un nuovo campionato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1258



PESCARA. Dopo il successo 1-0 di lunedì, con la Pistoiese attesa domenica all'Adriatico inizia un nuovo campionato per il Pescara. L'obiettivo è raggiungere i play-off distanti soltanto due punti.
Con il Crotone, contrariamente ad altre volte, l'undici di Lerda ha finalmente compiuto quel salto di qualità che può consentirle di guardare con ottimismo al finale di stagione.
Adesso il Pescara è atteso a quella continuità di risultati che in altre occasioni è venuta meno. In caso di successo con i toscani i biancazzurri inanellerebbero il terzo successo consecutivo. Sarebbe la prima volta quest'anno. Vincere poi sarebbe di fondamentale importanza per affrontare la delicata trasferta di Gallipoli con minori patemi d'animo, senza essere obbligati a strappare a tutti i costi una vittoria. Lo stesso staff dirigenziale pescarese, per bocca del vicepresidente Francesco Soglia, ha indicato come 11 punti l'obiettivo delle ultime cinque giornate del torneo. Tradotto in numeri tre vittorie su tre in casa e due pareggi da conquistare con il coltello tra i denti a Gallipoli prima e Salerno poi.
Due compagini, pugliesi in primis, che come il Pescara hanno costruito il proprio campionato tra le mura amiche. In special modo sarà decisivo uscire indenni dal campo del Gallipoli, quinto della classe, nei confronti del quale il Pescara è in vantaggio negli scontri diretti in virtù del 3-2 dell'andata.
Proprio per il discorso di arrivo in parità con diverse squadre, è importante avere le idee chiare su quale squadra è in svantaggio o meno negli scontri diretti con gli abruzzesi.
Il Pescara, oltre al già citato Gallipoli in caso di pareggio nella partita del 13 marzo prossimo, è avanti negli scontri diretti con Arezzo, Taranto, Crotone e nell'eventualità di un pari all'Arechi anche con la Salernitana, quest'ultima però distante ben otto lunghezze.
Male invece andrebbe al sodalizio di via Pertini il probabile arrivo in parità con Ancona, Perugia e Lucchese.
Senza guardare troppo in là con il calendario, però, ora l'imperativo è concentrarsi al presente che si chiama Pistoiese. Gli arancioni, malgrado diverse individualità tecniche di tutto rilievo la punta Motta in primis, sono loro malgrado pienamente coinvolti nella lotta per evitare i play-out e sono reduci dal pesantissimo ko interno con la Sangiovannese. La sconfitta con la squadra di San Giovanni Valdarno tra l'altro, oltre a peggiorare la già deficitaria classifica dei pistoiesi, è stata fatale al tecnico Mario Ansaldi, sollevato lunedì dal suo incarico dai vertici societari. Al suo posto è stato nominato Corrado Benedetti, due anni fa accostato più volte in estate alla panchina del Pescara.

NOTIZIARIO E BIGLIETTI

Tranquilla seduta di scarico per il Pescara, reduce dall'esaltante successo di lunedì con il Crotone.
Questo pomeriggio la squadra si ritroverà agli ordini del tecnico Franco Lerda al campo Vestina di Montesilvano.
Nel frattempo per la prossima partita all'Adriatico con la Pistoiese, domenica alle ore 15.00, la società biancazzurra prosegue l'iniziativa per avvicinare quanti più tifosi possibile allo stadio. Come in occasione delle ultime gare interne, i prezzi andranno dai 5 ai 20 euro. Consueti 2 euro per i tagliandi ridotti.
Il Pescara, sempre per la partita con i toscani, ha inoltre formalmente chiesto alla questura la possibilità di aprire al pubblico di fede pescarese la Curva Sud. Nei prossimi giorni la decisione finale della questura di Pescara.

Andrea Sacchini 02/04/2008