Domani all'Adriatico Pescara-Martina è l'ultimo treno per i play-off

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1665

PESCARA. Domani il Pescara allo stadio Adriatico, inizio ore 14.30, riceve la visita del Martina, ultima della classe e ad un passo dalla retrocessione diretta. La partita, che può essere definita l'ultima spiaggia per tentare l'avvicinamento alla zona play-off, presenta per molti versi diverse analogie con quella pareggiata in casa 0-0 con lo Juve Stabia.
Il grande divario tecnico tra le due compagini, più che un vantaggio potrebbe rappresentare un'arma a doppio taglio qualora i ragazzi di Lerda sottovalutassero l'incontro.
La gara, nel caso non venisse sbloccata subito, riserverebbe non poche difficoltà ai biancazzurri. Il Martina, come fatto all'Adriatico dalla Massese prima e dalla Juve Stabia per ultima in ordine di tempo, imposterà certamente una gara estremamente difensivista con l'obbiettivo di sfruttare al meglio quelle poche chance offensive che i padroni di casa concederanno.
Il Pescara, più volte, ha dimostrato di soffrire oltre modo formazioni molto chiuse, restie a lasciare varchi alla manovra adriatica.
La gara con il Martina, tralasciando per un attimo discorsi tecnici, fa tornare dolci ricordi alla mente dei sostenitori del delfino.
Era infatti il 15 giugno 2003 quando uno stadio Adriatico stracolmo in ordine di posti festeggiò la promozione in serie B del Pescara, ottenuta al ritorno della finale play-off dopo una vittoria per 2-0 proprio contro i pugliesi.
Quel match indimenticabile della storia recente pescarese rappresentò l'ultima vera gioia del popolo biancazzurro, costretto dal campionato successivo in poi a stagioni anonime, concluse con frustranti retrocessioni eccezion fatta il positivo torneo con mister Sarri in panchina.

Riguardo le formazioni il tecnico Franco Lerda, che in settimana ha provato con insistenza il tandem Sansovini-Falomi, quasi certamente opterà per il ritorno al 4-4-2 con l'abbandono, almeno in partenza, del 4-5-1 delle ultime giornate di campionato.
Con il centrocampo a quattro è scontato prevedere che almeno uno tra Dettori, Cardinale, Ferraresi, Felci e Micco partirà dalla panchina. Di questi, gli unici sicuri del posto sono Felci e Ferraresi. Gli altri con l'aggiunta dell'ultimo arrivato Manuel Turchi si giocano due maglie da titolare.
I dubbi sono quindi tanti. Sulla corsia di sinistra non è scontata la presenza dal primo minuto di Micco, terminato tra le riserve in occasione dell'ultimo match di Perugia. In caso di panchina per la sua sostituzione in pole c'è Turchi, che ha giocato discretamente bene in Umbria. Suggestiva e poco praticabile per le caratteristiche del giocatore l'ipotesi Dettori, che verrebbe dirottato dal centro sull'out di sinistra.
Qualora sull'esterno giocasse uno tra Micco e Turchi, per affiancare Ferraresi il ballottaggio sarebbe tra Cardinale e Dettori.
Virtualmente nulle, anche per la giornata di domani, le possibilità di rivedere nuovamente nell'elenco dei convocati Fabrizio Caracciolo, ancora alle prese con i fastidi all'adduttore.
Tutte queste ipotesi, ad ogni modo, cadrebbero nel caso Lerda confermasse il 4-5-1 di Arezzo e Perugia con Sansovini unico terminale offensivo.
Scelte già fatte, invece, per quanto concerne il reparto difensivo. Con il rientro dalla squalifica, Pomante tornerà a far coppia centrale con Romito. Giuliano riprenderà il suo posto a destra sulla linea dei terzini, mentre è confermata la fiducia all'inamovibile Vitale sulla fascia mancina.
Nel Martina, che è partito nel pomeriggio di ieri per Pescara, aumentano le chance di vedere in distinta Stefano Fattori, l'unico in dubbio per dopodomani.
Il fischio di inizio del match è fissato per domani alle 14.30. Arbitra Marco Bolano di Livorno.

BIGLIETTI DA 5 A 20 EURO

La società biancazzurra, per favorire il maggior afflusso possibile di tifosi allo stadio per Pescara-Martina, ha deciso di ribassare i prezzi di ogni settore. 5 euro per la Curva Mazza, 10 euro per la tribuna Majella e 20 euro per le poltronissime. I ridotti in ogni settore costano 2 euro.

STEWARD ALL'ADRIATICO

Con il Martina debutteranno all'Adriatico i 65 steward professionisti che hanno partecipato al percorso di selezione e formazione della società Pescara calcio come struttura formativa qualificata, riconosciuta dall'Osservatorio del Viminale sulle Manifestazioni Sportive.
I nuovi steward professionisti avranno compiti di maggiore responsabilità rispetto al passato, dovendo provvedere alla messa in sicurezza dell'impianto, all'accoglienza e controllo del pubblico e alla prevenzione di eventuali situazioni di pericolo.

Andrea Sacchini 15/03/2008