Pescara calcio. Domenica con il Martina si torna al 4-4-2?

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1482

PESCARA. Continua la preparazione del Pescara in vista del rush finale del campionato e soprattutto della partita interna di domenica con il Martina.
Contro i pugliesi, almeno stando a quanto visto in questi giorni negli allenamenti della prima squadra, il tecnico Lerda potrebbe tornare al 4-4-2, con l'abbandono almeno in partenza del modulo con cinque centrocampisti a vantaggio della doppia punta. In questo caso, per affiancare il bomber Sansovini il ballottaggio è tra Falomi e Virdis con il primo largamente favorito. Molto difficile, ma non da escludere a priori, l'inserimento di Micco come seconda punta e Turchi nel ruolo di esterno di centrocampo.
Ad ogni modo è facile prevedere che, in un ipotetico 4-4-2, l'ex allenatore del Casale non rinunci alla coppia Dettori-Cardinale, anche se la logica e la tattica spingerebbero per l'inserimento di un mediano incontrista in luogo di uno dei due. Il gioco ne risentirebbe in spettacolarità ma ne guadagnerebbe certamente in tenuta difensiva.
La retroguardia biancazzurra infatti, una delle più “bucate” del gruppone medio alto del girone B, sembra aver perso un po' di sicurezza nelle ultime trasferte di Arezzo e Perugia.
In occasione del primo gol perugino è ancora negli occhi dei tifosi, ad emblema del momento no del pacchetto arretrato adriatico, l'incredibile errore in marcatura di Giuliano, evidentemente non a suo completo agio al centro della difesa, che ha consentito al suo marcato (Mazzeo, ndr) la possibilità di stoppare il pallone di petto e concludere indisturbato a rete su corner in piena area piccola di rigore.
Non è da escludere che la sconfitta di Perugia abbia lasciato qualche strascico sul morale dello spogliatoio. La corsa play-off, con i punti di distacco dalla quinta saliti a sette e soprattutto ben cinque compagini tra il Pescara e la quinta piazza, si è complicata ma non è il caso di “fasciarsi” la testa prima che la stessa si sia rotta.
Non è ancora tutto perso. Mancano infatti ancora otto gare al termine del torneo, delle quali cinque di queste in casa. Sotto questo punto di vista il calendario può essere un fedele alleato dei biancazzurri, a patto che l'undici di Lerda si scopra competitivo anche lontano dalle mura amiche dell'Adriatico.
Tornando alla gara di domenica all'Adriatico, inizio ore 14.30, appare scontato il ritorno nell'undici titolare di Pomante, che ha scontato a Perugia un turno di squalifica. Ciò permetterà a Giuliano di tornare nella sua posizione prediletta di esterno di destro di difesa. Dovrebbe rientrare dal primo minuto anche Micco, la cui assenza sulla corsia mancina per scelta tecnica ha destato non poche perplessità.
Per quanto riguarda il Martina, il tecnico Florimbi ha ottenuto buone indicazione dal test infrasettimanale dei suoi vinto per 4-0 con una rappresentativa pugliese di giovani appartenenti alle classi 89-90. L'unico in dubbio per la trasferta in terra abruzzese è Stefano Fattori. Il difensore, ex Torino, ieri ha lavorato a parte e si cercherà fino all'ultimo di recuperarlo.

IL GRANDE EX, LUCA LEONE

Nel Martina chi sarà sicuramente della contesa sarà Luca Leone, pescarese di nascita ed ex biancazzurro. Il centrocampista,scarsamente utilizzato nei suoi mesi in riva all'Adriatico, ha lasciato il sodalizio di via Pertini in occasione dell'ultimo calciomercato di gennaio a causa dell'arrivo di alcuni calciatori nel suo stesso ruolo e, probabilmente, anche per qualche attrito seppur smentito con il tecnico Franco Lerda.
Per Leone, in scadenza contrattuale con il Pescara questo mese di giugno, sarebbe pronto il rinnovo fino al 2009. Questo potrebbe aprire per Leone una nuova carriera da dirigente, magari con il Pescara, una volta appese le scarpette al chiodo.

PREZZI CONTENUTI PER PESCARA-MARTINA

Al fine di favorire il maggior afflusso possibile di tifosi domenica con il Martina la società, già da inizio settimana, ha deciso di ridurre sensibilmente i prezzi dei tagliandi di ingresso all'Adriatico.
Si parte da un minimo di 5 euro per un biglietto intero di Curva Mazza fino ad arrivare ai 10 euro della Tribuna Majella ed ai 20 euro delle Poltronissime.
I ridotti, in ogni settore, hanno un costo unitario di 2 euro.

NOTIZIARIO

Seduta di allenamento pomeridiana per i biancazzurri al campo Vestina di Montesilvano. Al termine della stessa classica partitella settimanale in famiglia, nella quale sono andati a segno Micco, Sansovini e Felci.
Hanno lavorato a parte invece Caracciolo, Paolucci e Fruci. Il loro utilizzo per la partita di domenica all'Adriatico con il Martina è pertanto fortemente in dubbio.
Non dovrebbero esserci guai fisici per Franco Micco che, proprio nella partitella di ieri, è stato costretto per uno scontro di gioco fortuito con Giuliano ad abbandonare anzitempo la partitella del giovedì.
Oggi, comunque, si saprà di più sul suo conto ma per lo staff medico le sue condizioni non destano preoccupazioni in vista del Martina.
Questo pomeriggio infine è previsto un nuovo allenamento al campo Vestina di Montesilvano.

Andrea Sacchini 14/03/2008