Calcio a 5. L'Italia oggi conosce il suo avversario Play-off

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

826



ROMA. Dopo la vittoria nel primo turno di qualificazione, la nazionale italiana di calcio a 5 attende oggi dall'urna di Nyon l'ultimo avversario sulla strada di Brasile 2008.
L'Italia, per i criteri stabiliti dal ranking Fifa, è testa di serie e verrà sorteggiata con le nazionali presenti in seconda fascia: Ungheria, Bielorussia, Bosnia, Slovenia, Romania e Croazia.
Impossibile, dunque, affrontare Spagna, Ucraina, Portogallo, Russia e Repubblica Ceca, inserite in prima fascia.
I play-off, fissati in un periodo comprese tra il 29 di marzo ed il 16 aprile, sono ad eliminazione diretta e prevedono una partita di andata ed una di ritorno. L'Italia, in virtù del miglior ranking Fifa, avrà il discreto vantaggio di giocare il return match davanti il suo pubblico che, con ogni probabilità, sarà ancora abruzzese. Oggi stesso, con ogni probabilità, ci sarà la conferma di Pescara come sede della partita di ritorno.
Difficilmente infatti la federazione, dopo lo straordinario entusiasmo e seguito di pubblico visto nei quattro giorni di gare al palasport Giovanni Paolo II, deciderà di privare l'Abruzzo di questo importante evento.
Le premesse sono ottime, qualunque sia l'avversario che uscirà dal sorteggio. La Romania sarebbe una nazionale insidiosa mentre le trasferte nell'area Russa presentano evidenti difficoltà organizzative.
La squadra ha dimostrato in occasione delle partite giocate nel torneo di qualificazione a Pescara di essere pronta a raggiungere obbiettivi importanti. Ben 27 reti fatte e soltanto una subita, tra l'altro una autorete con Cipro, ma soprattutto un gioco spettacolare e convincente, al di là dell'inferiore tasso tecnico di Cipro e Andorra.
La nazionale del ct Alessandro Nuccorini, oltre a confermare una solidità difensiva importante, ha dimostrato anche di saper soffrire nei momenti difficili di ogni partita. Ne è conferma la grande compattezza di squadra e l'ottima fase difensiva vista nell'incontro vinto con il Kazakistan venerdì scorso nel quale, per lunghi tratti della contesa, i kazaki hanno tenuto in mano il pallino del gioco senza però mai sfondare concretamente.
La mentalità del gruppo è vincente. Da vendicare ci sono le ultimi finali di Europei e Mondiali perse con la Spagna.

IL CT NUCCORINI SUL SORTEGGIO

Sul sito ufficiale della federazione Calcio a 5, il ct Alessandro Nuccorini dice la sua sul sorteggio di oggi a Nyon: «accetteremo quello che sarà il verdetto del sorteggio, punto e basta. E' impossibile stabilire a tavolino quale può essere la nazionale migliore o peggiore da affrontare. Si tratta di avversarie che sulla carta possiamo mettere tutte sullo stesso piano, che sono l'emblema di Paesi in grande crescita e sviluppo nel panorama del futsal europeo e mondiale. Non è possibile perciò stilare una graduatoria o dei livelli di difficoltà separati. Una vale l'altra, a questo punto, le sei possibili nostre avversarie meritano tutte la massima considerazione».

Andrea Sacchini 05/03/2008