C2/C. Ripresa degli allenamenti per Celano, Val Di Sango e VDG

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1189



CELANO. Il Celano ha ripreso nel pomeriggio di ieri gli allenamenti in vista della gara interna di domenica al Nuovo Comunale contro la Real Marcianise.
L'entusiasmo del gruppo è alle stelle e con la salvezza ormai virtualmente raggiunta si pensa in grande. L'attuale quarto posto in classifica, infatti, lascia intravedere un finale di campionato interessante all'inseguimento del sogno play-off, obiettivamente alla portata del Celano di quest'ultimo periodo.
Ieri sono arrivate le decisioni del giudice sportivo in merito alla rissa avvenuta nell'immediato dopo partita di Celano-Gela.
Si attendeva la mano dura nei confronti di Omolade ma, alla fine, sono arrivate soltanto tre giornate di squalifica.
Un niente se paragonato alle sanzioni comminate per episodi ben meno gravi di questo. Il giocatore, al triplice fischio finale, aveva colpito i biancazzurri Vurchio e Barraco, oltre ad un dirigente accompagnatore celanese.
La commissione disciplinare, evidentemente, deve aver dato al calciatore l'attenuante di essere stato provocato. Per i fatti accaduti nello stesso frangente, anche Daiello del Gela ha rimediato due turni di squalifica.
Il giudice sportivo, inoltre, ha inflitto una giornata di stop anche a Bacchi che, diffidato, è stato ammonito durante il match.
Nelle fila della Real Marcianise, prossimo avversario dei marsicani, il tecnico Vullo è stato squalificato per ben due giornate.
Nel frattempo, tramite un comunicato stampa, la società smentisce alcune notizie apparse su alcuni organi di informazione.
All'indirizzo di Omolade, a detta della società abruzzese, non sarebbe stata rivolta alcuna offesa a sfondo razziale.
Il referto dell'arbitro, da questo punto di vista, non ha riportato alcun episodio di razzismo nei suoi confronti.
Anche il presidente del Gela ha parlato di reazione spropositata.

VAL DI SANGRO. I sangrini sono tornati ad allenarsi ieri agli ordini di mister Luciano D'Agostino. Il morale del gruppo dopo l'ennesima sconfitta è basso, ma alle porte c'è una doppia occasione per il riscatto.
Saranno infatti due le gare casalinghe che la Val Di Sangro affronterà tra le mura amiche. Al Monte Marcone di Atessa sono attese nell'ordine la Vigor Lamezia ed il Gela, due compagini dal tasso tecnico differente ma che in trasferta hanno trovato, almeno fino ad adesso, le stesse difficoltà.
Il doppio impegno casalingo può considerarsi per i sangrini una sorta di ultima spiaggia.
Ormai sfumata la possibilità di uscire dai play-out, l'obiettivo è adesso quello di evitare l'ultimo posto e quindi la retrocessione diretta.
Per far ciò è fondamentale arrivare allo scontro diretto del 22 marzo sul campo della Sangiuseppese con la possibilità, quantomeno, di agganciare quest'ultima.
In vista del match con il Lamezia, intanto, D'Agostino spera di recuperare alcuni elementi che non hanno preso parte alla trasferta con la Nocerina. Tra questi Amellini, Bruno e Vado.
Sarà sicuramente assente invece Pazzi, appiedato per una giornata dal giudice sportivo. Nessuna squalifica nella fila del Vigor Lamezia.

VALLE DEL GIOVENCO. Ripresa degli allenamenti per il Pescina, che si prepara in vista del big match di domenica al Santa Colomba di Benevento contro la prima della classe, distante ora sei lunghezze. In compenso il secondo posto, a meno di clamorosi sviluppi di campionato, è stato archiviato con ben sono undici lunghezze di vantaggio sulla terza piazza. Il tecnico ed i giocatori credono nel colpaccio.
Nel frattempo il giudice sportivo ha squalificato per una giornata Stroffolino.

Andrea Sacchini 20/02/2008