MOTORI. Un mondo di innovazioni tecnologiche al salone di Detroit

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6596


DETROIT. Da una immensa aiuola d'acciaio variopinta, distesa sui tre piani del colossale Cobo Hall della nevosa Detroit, emergono infiniti “fiori” dai colori stravaganti e forme incomparabili.
Sono le vetture di oggi e del domani che la mente fervida dei progettisti di mezzo globo hanno sfornato per l'International Auto Show e per i concessionari.
Fissare il punto sulla grande maggioranza è impresa ardua e quasi impossibile, pertanto ci soffermiamo, a volo d'uccello, sul lavoro intelligente delle Case italiane ed americane.
Il primo auto show ebbe vita a Detroit nel 1907 e presentato nella Birreria “Beer Garden” sino al 1952, quindi rinominato North American International Auto Show nel 1989. Il Cobo Center fu scelto in quanto Detroit e' il centro di produzione delle “Tre Sorelle” General Motors, Chrysler e Ford.





GENERAL MOTORS

A Detroit la G.M. presenta molte anteprime mondiali che portano i marchi Cadillac, Corvette, Hummer, Saab e Saturn. Il prototipo Cadillac Provoq, (FOTO) è l'ultimo esempio in ordine di tempo del rivoluzionario sistema di produzione GM E Flex, una nuova visione per il futuro del trasporto di lusso, basato sull'innovativo concetto di pila a combustibile Provoq, che continua l'impegno della GM verso l'affrancamento dal petrolio tramite l'impiego di una tecnologia avanzata.
Un'altra anteprima GM e' rappresentata da Saturn Vue Green Lione 2 Mode, primo SUV compatto a trazione anteriore al mondo, azionato dalla tecnologia ibrida bimodale General Motors.
Consuma il 33% circa in meno di carburante rispetto alla versione non ibrida di Vue ed ha una autonomia di oltre 800 chilometri.
Come motore a combustione interna impiega un modernissimo 3.600-V6 ad iniezione diretta di benzina con distribuzione a fasatura variabile. L'inizio della produzione è previsto per la fine del 2008.
L'attenzione verso le alte prestazioni e' sottolineato dalla presentazione in anteprima mondiale della nuova Corvette ZR1, la più potente e veloce automobile mai prodotta dalla General Motors.
Il suo motore sviluppa 620 CV e ha una coppia massima di 83,9 kgm. Rispetto alle migliori e piu' costose supersportive del mondo, la Corvette ZR1 presenta un miglior rapporto potenza-peso della Porsche 911 GT1. La sua velocita' massima supera i 320 km/h.
La GM presenta altresi' la Cadillac CTS-V,ultima novita' della gamma di modelli Cadillac ad alte prestazioni “V series” che uniscono prestazioni all'altezza di autentiche granturismo all'imponenza ed eleganza di berline di lusso.
Un fiore all'occhiello per la Casa di Detroit e' il riconoscimento della Chevrolet Malibu come la “vettura dell'anno” votata da una cinquantina dei 660 giornalisti presenti al Cobo Hall. La vezzosa midsize sedan, messa in vendita lo scorso novembre, aggiunge nel suo palmares un secondo meritato riconoscimento.





CHRYSLER

La tecnologia avanzata della Chrysler incontra un design sorprendente ed emozionale.
Chrysler eco Voyager concept: (FOTO) sistema di propulsione elettrica con tecnologia Fuel Cell Range Extender.,
Jeep Renegade Concept, propulsione elettrico e tecnologia Diesel BLUETEC Range Extender.
Dodge Zeo Concept:propulsore elettrico con 402 km di autonomia. Un coupe' 2+2 per gli appassionati di vetture da corsa
Tre appassionanti studi di design abbinati a tre sistemi di propulsione tecnologicamente avanzati.
Il risultato: innovativi veicoli high-tech, alimentati da sistemi di propulsione alternative ed un affascinante design con tutta la personalita' del marchio.
I concept Chrysler, Jeep e Dodger 2008 si avvalgono delle esclusive opportunità di configurazione e design offerte da questi sistemi di propulsione avveniristici.






FERRARI

Tra le lussuose madame mondiali, emerge la Ferrari.
Con due modelli: la 430vc Scuderia (FOTO) e la 599 GTB Fiorano a cui si aggiunge un dimostratore tecnologico che utilizza biocarburante sulla base della F430 Spider.
La Casa di Maranello ha deciso di presentare al Salone Internazionale la F430 alimentata al biofuel in considerazione della particolare sensibilita' alle fonti di energia alternative in Nord America.
La Ferrari ha realizzato la F430 Spider Biofuel che utilizza una miscela di etanolo all'85% sfruttando l'esperienza accumulata nell'uso dei biocarburanti anche grazie alle applicazioni che questi hanno nelle competizioni.
A dimostrazione dell'efficacia del continuo trasferimento di tecnologia dalla pista alla strada, gia' oggi tutte le vetture del Cavallino Rampante possono utilizzare fino al 10% di etanolo senza necessita' di alcuna modifica.
La 430 Scuderia,la nuova berlinetta Ferrari a forte vocazione sportiva, nella livrea Avio Met Ferrari North America ha stabilito un rapporto esclusivo con i suoi clienti ed appassionati che affollano lo spazio destinato alla rappresentante italiana la quale conta un 27% di vendite in California, 16% nel Nord Est, 11% in Florida ,7% in Texas, 6% in Chicago.

LAMBORGHINI

Ha introdotto tre nuovissimi esempi di personalizzazione che si ispirano volutamente alle tendenze piu' glamour del mondo della moda. La Gallardo spider presenta una vernice opaca Marrone Apus proposta ora su una vettura sulla scia dell'enorme successo di pubblico riscosso dalla Reventon, la primissima Lamborghini proposta in versione opaca.

Ulteriore novita' e' la pelle scelta per gli interni della Murcelago LP640 Roadster. Stavolta e' il cuoio naturale a rivestire gli elementi della supercar, una pelle italiana lavorata in maniera ecologica, secondo la prestigiosa tradizione che ne attesta la sua naturalita' e la totale assenza di trattamenti.

Lino Manocchia 16/01/2008 9.49