Pescara. Dopo gli acquisti si pensa al rinnovo dei contratti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1948

PESCARA. Il mese di gennaio, con il ritiro di Affi e le prime operazioni di mercato messe a segno, non poteva iniziare in una maniera migliore.
Dopo anni di sofferenze e delusioni, è chiara e netta l'inversione di tendenza rispetto le passate disastrose gestioni. Basti pensare agli acquisti, di per se importanti, portati a termine solo pochi giorni dopo l'apertura della finestra trasferimenti di gennaio.
Dal Potenza arriva per una cifra vicina ai 400mila euro Francesco Dettori, regista ex Orvietana e Sangiovannese.
Dettori, classe 1983, era ritenuto dall'entourage biancazzurro e non solo il rinforzo ideale per il centrocampo, data la sua grande capacità di organizzazione del gioco in mezzo al campo.
Il forte mediano, abile anche in fase di interdizione, ha firmato un contratto con scadenza giugno 2011.
Per l'attacco è giunto dal Ravenna Francesco Virdis.
L'attaccante arriva in prestito con diritto di riscatto della comproprietà via Sampdoria, società proprietaria del cartellino del giocatore.
Virdis nella sua carriera ha vestito in serie B le casacche di Cesena, Modena e Ravenna in serie B con 23 presenze e due gol all'attivo negli ultimi tre campionati. In serie C è stato nel Montevarchi e nel Chieti le stagioni migliori. In particolare con i neroverdi la punta di Sassari ha realizzato ben 13 reti in 33 presenze.
Il terzo rinforzo, certamente il meno pubblicizzato, porta il nome di Alessandro Visone, jolly di centrocampo proveniente dalla Massese. Nel club toscano ha disputato quest'anno soltanto cinque gare senza marcature. Anche l'ingaggio di Visone è a titolo definitivo.
Il tris di acquisti portato fino ad ora non esclude ulteriori operazioni in entrata, malgrado il presidente Soglia abbia già dichiarato chiuso il mercato dei biancazzurri. Potrebbe infatti arrivare un altro esterno, anche se Di Matteo ampie offre garanzie di rendimento.

Quasi certamente altri giocatori lasceranno a gennaio il sodalizio di via Mazzarino. Sulla lista di sbarco ci sarebbero Fruci, Paolucci e Scappaticci. Tutti, ad ogni modo, partirebbero con la formula del prestito.
Non sono acquisti ma sono fondamentali anche gli imminenti rinnovi contrattuali di Indiveri e Cani. Il primo in particolare ha rifiutato l'offerta della serie A con il Cagliari, alla ricerca del sostituto di Marruocco che nei giorni scorsi ha rescisso il contratto.
Il portiere subirà un sostanziale ridimensionamento verso l'alto dell'ingaggio, assolutamente meritato alla luce delle sue grandi prestazioni in questa sua avventura biancazzurra. A questo punto per Indiveri, ormai non più giovanissimo viste le sue 33 primavere, si profila una chiusura di carriera in riva all'Adriatico.
Per quanto riguarda Cani invece, il giocatore firmerà a giorni un nuovo contratto di durata quinquennale. Questa è la conferma del fatto che la nuova società, fin dai primi giorni, ha sempre considerato l'attaccante italo-albanese classe 1989 come un elemento importante per il futuro.
Infine è vicina la firma del brasiliano Adriano, in prova da dicembre.

Andrea Sacchini 09/01/2008