C1/B. Teramo e Giulianova gettano l'occhio al mercato di gennaio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1447

TERAMO. Si segnalano ulteriori passi in avanti per la cessione dell'intero pacchetto azionario del diavolo dalle mani di Malavolta e quelle dei fratelli Paolone.
Al momento, ci sono da limare solo alcuni dettagli economici che riguardano il pagamento di alcune mensilità arretrate ai giocatori che devono essere corrisposte entro la fine di dicembre.
Gli stipendi sono quelli di luglio, agosto e settembre.
Tutto ok invece per quanto riguarda l'accordo di cessione.
I due gruppi, infatti, sarebbero già d'accordo sulla cifra di acquisto e sulle modalità di pagamento.
Capitolo trasferimenti.
Fino all'ufficializzazione della cessione del club, il mercato dei rossoneri resterà bloccato.
L'unica operazione potrebbe essere quella legata alla cessione di Margarita, il prezzo pregiato della rosa.
Con la nuova proprietà, però, non è da escludere che il forte centrocampista resti a Teramo almeno fino a giugno, anche perché la cessione del giocatore, indispensabile all'impianto di gioco del tecnico Rossi, non sarebbe certo un buon biglietto da visita per la nuova società. A patto che, naturalmente, al posto dell'attuale capocannoniere della squadra, sette centri su tredici gettoni di presenza, vengano ingaggiati uno o due rimpiazzi validi.
Con le valigie in mano ci sarebbero anche tutti quei giocatori poco utilizzati da Rossi in questa stagione. Su tutti il difensore Radi ed il mediano sloveno Pokleka

GIULIANOVA. Mancano oramai solo una manciata di giorni al 2 gennaio, data dell'apertura della finestra trasferimenti invernale, che chiuderà i battenti il prossimo 31 gennaio.
Le prime operazioni, a meno di sorprese, dovrebbero essere solo in uscita. Al momento sembra molto vicina la cessione di Christian Ranalli alla Sambenedettese. Il DS marchigiano Nucifora, attivissimo sul mercato, è un grande estimatore della punta giuliese.
Diverso è il discorso di Favaro che, malgrado diverse richieste da sodalizi di serie C, dovrebbe restare almeno fino a giugno.
Sulla lista di sbarco anche tutti quegli elementi che, fin qui, hanno trovato poco spazio nelle scelte di Bitetto come i difensori De Maria e Testoni, il centrocampista Di Bonaventura e la punta Melchiorri. Per molti di loro si profilano cessioni in prestito.

Andrea Sacchini 28/12/2007