Basket. La 15° giornata con Siviglia Wear Teramo - Fortezza Bologna

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1641

TERAMO. La Serie A TIM giunge alla quindicesima giornata di Campionato, con un turno pre-Natalizio, che precede altri due impegni ravvicinati prima di Capodanno.
Il Siviglia Wear Teramo torna a viaggiare e lo fa in uno dei palasport italiani più prestigiosi, il PalaMalaguti, ospite della pluridecorata Virtus Bologna.
Entrambe con il dente avvelenato, a causa delle due sconfitte consecutive subite in Campionato, si affrontano domani sera, sabato 22 dicembre (“palla a due” fissata per le ore 20,30).

LA FORTEZZA VIRTUS BOLOGNA

La società bianconera, che ospiterà le prossime Final Eight, rappresenta uno dei team più blasonati dell'intero panorama cestistico nazionale, forte di ben 15 titoli tricolori conquistati e 2 Eurolega.
Proveniente dalla sconfitta maturata nella massima competizione europea con il Tau Vitoria e da due sconfitte di fila in Campionato, patite in una Lombardia che non si è certamente rivelata essere amica della squadra guidata da Stefano Pillastrini, le celebri V-Nere, contro Teramo, avranno un regista in più nel motore, quel Travis Best che la stagione passata spinse i propri compagni sino alla finalissima con la Montepaschi.
Al PalaMalaguti il ruolino di capitan Di Bella e soci, è equamente suddiviso tra successi e sconfitte (tre), in un club che può contare su un roster di tutto rispetto (e modificato in corso d'opera), in cui spiccano, tra gli altri, le individualità del tiratore Dewarick Spencer, i muscoli di Roberto Chiacig e la sostanza di Alan Anderson.

SIVIGLIA WEAR TERAMO

I biancorossi si presentano in Emilia-Romagna – prima di due trasferte consecutive -, con la chiara intenzione di tornare al successo, per riprendere il cammino con lo spirito giusto, lo stesso mostrato con la Montepaschi, nell'ultima gara casalinga disputata, e regalarsi, così, un buon Natale.
Non sarà facile violare lo storico PalaMalaguti, contro la finalista della passata edizione del Campionato di Serie A: per realizzare una simile impresa, Tucker e soci dovranno disputare una grande gara, giocando con la stessa grinta e il medesimo spirito di sacrificio mostrati di recente.
L'opinione del coach del Siviglia Wear Teramo, Massimo Bianchi: “Affrontiamo una buona squadra che, con l'arrivo di Best, guadagnerà senz'altro in leadership nella posizione di playmaker.
Dispongono, inoltre, di lunghi italiani nel giro della nazionale e, specialmente negli ultimi tempi, appoggiano molti palloni a canestro e, anche su questo, dovremo prestare particolare attenzione, soprattutto per la presenza di Chiacig, senza dimenticare giocatori come Spencer e Anderson, dotati di grande talento, atleti che se trovano la giornata giusta, possono far male all'avversario.
Noi dovremo ripetere, dal punto di vista dell'intensità e della voglia di vincere, la stessa prestazione di domenica e poi vedremo il verdetto del parquet.
Anche perché dopo due sconfitte consecutive, in gare combattutissime, vogliamo tornare alla vittoria, pur sapendo di andare a giocare su uno dei parquet più importanti d'Italia”.
Siviglia Wear che si presenterà al gran completo per l'appuntamento pre-natalizio in casa Virtus, dopo il pieno recupero di Nikoloz Tskitishvili; le V-nere, invece, non potranno contare sull'apporto degli infortunati Bulleri e Blizzard, mentre sarà abile e arruolabile Travis Best - un ritorno il suo - ultimo acquisto bianconero proveniente dal Prokom.

EX E PRECEDENTI

Unico ex della gara, sulla sponda virtussina, la venticinquenne ala statunitense Delonte Holland, che ha vestito la canotta biancorossa nell'annata sportiva 2005/06 (18.6 punti di media siglati, in 32.4 minuti di utilizzo per gara)
Biancorossi e bolognesi si sono incontrati quattro volte nella loro storia, con un bilancio caratterizzato da un perfetto equilibrio: due successi per parte, con il fattore campo, sinora, grande alleato di entrambe, visto che nessuna delle due compagini è mai riuscita a violare il campo avversario. La differenza canestri è a favore della Virtus Bologna (358-346), che l'anno scorso prevalse per 87-82 al PalaMalaguti nella gara di andata, al termine di un match combattuto sino all'ultimo possesso; al ritorno, invece, furono i teramani a cogliere una vittoria fondamentale per il discorso salvezza (91-87), grazie anche ad una super prestazione del giovane playmaker Giuseppe Poeta, autore di ben 26 punti (e 34 di valutazione).

I FISCHIETTI

Per l'incontro La Fortezza Virtus Bologna - Siviglia Wear Teramo, sono stati designati gli arbitri:
- Giampaolo CICORIA di Milano;
- Massimiliano DURANTI di Pisa;
- Sergio BORRONI di Corsico (MI).

21/12/2007 16.18