C2/C. Pescina, Celano e Val Di Sangro tra mercato e campionato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1518



VALLE DEL GIOVENCO. Il calciomercato di gennaio è alle porte ed il sodalizio di Avezzano non ha alcuna intenzione di restare a braccia conserte. Anche perché l'avversario diretto per la vittoria del campionato, il Benevento, è ad un passo dal piazzare il primo importante colpo, l'esterno Stefano Bellè, ex Pescara e Frosinone, di proprietà della Lucchese. Altri obiettivi dell'ambizioso sodalizio beneventano sono l'attaccante Chianese e Cardinale, sul quale però è forte il pressing del Pescara.
La Valle Del Giovenco dal canto suo, con molto riserbo, starebbe portando avanti con il Bari la trattativa per l'acquisto del regista di centrocampo Bellavista. Il discorso con i pugliesi, allo stato attuale delle cose, è soltanto allo stato embrionale. L'attuale rosa biancoverde è competitiva e la società si muoverà solo per giocatori in grado di far fare il salto di qualità alla squadra. Bellavista, sotto questo punto di vista, rappresenterebbe l'elemento ideale. La trattativa è difficile ma non impossibile, considerati gli obiettivi ambiziosi e i risultati esaltanti fino ad ora del club abruzzese.
Altre operazioni in entrata dovrebbero riguardare l'asse Siena-Avezzano. Dal club toscano potrebbero giungere diversi elementi della primavera, a patto che questi accettino di scendere dalla serie A alla serie C2. Nelle scorse settimane si era fatto il nome di Parker Douglas, gradito al tecnico Cappellacci. L'ala brasiliana, però, ha già cambiato tre squadre e le regole attuali non permettono ai calciatori di tesserarsi con più di tre squadre nel corso di una singola stagione sportiva.
Riguardo la prossima trasferta in casa con il Real Marcianise, sono tutti a disposizione di Cappellacci, che avrà dunque solo problemi di abbondanza. Proprio il Real Marcianise ieri ha ufficializzato il nome del nuovo tecnico, l'esperto Salvatore Vullo. Nel suo lungo curriculum, importanti sono state le esperienze con Avellino, Sambenedettese e Reggiana.

CELANO. Lo staff medico sta facendo di tutto per recuperare Barrionuevo e Scoponi per il prossimo turno di campionato. Riguardo la loro eventuale convocazione per la trasferta di Monopoli, il tecnico dei marsicani Modica prenderà solo sabato una decisione definitiva. Per entrambi c'è comunque cauto ottimismo.
Importanti inoltre i rientri dal turno di squalifica di Zanon e Lo Coco, sui quali l'allenatore biancazzurro punta molto.
Per quanto riguarda il mercato, tra la punta Daniele Ciofani ed il Celano si è inserita la Scafatese, che avrebbe puntato il giocatore pescarese per rinforzare il reparto offensivo. Ciofani ad ogni modo a parità di condizioni non avrebbe alcun dubbio nel privilegiare il club abruzzese, nel quale ha già militato con ottimi risultati lo scorso anno.

VAL DI SANGRO. D'Agostino è entusiasta della nuova avventura sulla panchina del sodalizio di Montemarcone. L'impresa di salvare la Val Di Sangro, fanalino di coda del girone C, non è semplice ma il neo tecnico ha ricevuto ampie garanzie dal patron Amerigo Pellegrini riguardo il rafforzamento della squadra a Gennaio. Prima di effettuare qualunque operazione sia in entrata sia in uscita, D'Agostino ha intenzione di valutare attentamente il parco calciatori attualmente a disposizione. Con il cambio dell'allenatore, inoltre, potrebbero essere cambiati alcuni obiettivi di mercato. In ogni caso appare certa la collaborazione con il Pescara, che a gennaio dovrà forzatamente liberarsi di diversi elementi in esubero nella rosa. Molti giovani pescaresi farebbero sicuramente al caso dei sangrini. Non è un mistero l'interesse per Vicentini, Fruci e Vellucci, ma per loro la società del patron Piccone non ha ancora formulato nessuna offerta ufficiale.
Per quanto riguarda il prossimo turno di campionato infine, eccezion fatta per gli acciaccati Fiorotto e Lieti, sono tutti a disposizione del neo tecnico per la trasferta contro il quotato Cassino.
Ieri nella consueta seduta di allenamento sono state provate diverse soluzioni di gioco. D'Agostino non ha ancora sciolto riserve sulla formazione che intenderà mandare in campo domenica. I dubbi sono concentrati sul modulo a due punte di ruolo o con un unico terminale offensivo supportato da uno o due centrocampisti. In settimana è comunque emersa una certezza. La Val Di Sangro si presenterà a Cassino con la difesa a quattro.

Andrea Sacchini 21/12/2007