Pescara calcio: Gerardo Soglia:«dobbiamo costruire il futuro»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1881


PESCARA. Il decimo punto conquistato in quattro giornate permette al Pescara di guardare con maggiore tranquillità al futuro prossimo.
Domenica la squadra è impegnata alla conferma sul difficile campo della Lucchese, sodalizio che fin dall'inizio del campionato non ha mai fatto mistero di puntare diritto ai play-off. Dal canto suo il Pescara, che attraversa un momento di forma eccezionale, almeno stando alle dichiarazioni ufficiali di giocatori e tecnici è attento alla zona calda della classifica piuttosto che al quinto posto.
Ieri, al palazzetto dello sport di via Pepe, i giocatori hanno ripreso la preparazione in vista della trasferta di domenica.
Chi ha giocato con il Potenza ha svolto un lavoro differente dal resto del gruppo.
Sempre ieri il giudice sportivo ha squalificato per un turno Alfageme e Felci. Entrambi, ad ogni modo, hanno sostituti assolutamente all'altezza del compito. Dispiace soprattutto per l'esterno biancazzurro che attraversa un momento strepitoso.
In luogo dell'attaccante argentino il ballottaggio è fra Cani e De Lucia. Entrambi comunque offrono ampie garanzie di rendimento. Il favorito numero uno per la sostituzione di Felci, invece, è Di Matteo. Il giovane prodotto del florido vivaio biancazzurro ha dato sempre dimostrazione delle sue qualità sia tecniche sia caratteriali, rispondendo sempre presente ogni qual volta Lerda lo ha chiamato in causa. A Lucca per Luca Di Matteo può essere un'occasione importante. Il ragazzo, già da diverse settimane, merita spazio dal primo minuto.

Proprio riguardo la gara con la Lucchese, Gerardo Soglia traccia la strada da seguire: «speriamo di continuare con il nostro buon momento anche a Lucca. Per noi il mese di Dicembre è stato molto positivo per gioco e risultati. Affinché le cose vadano bene, tutte le componenti devono fare la loro parte. La società, i giocatori ed il tecnico».
Il presidente è rimasto soddisfatto del match con il Potenza che apre nuovi scenari futuri: «ho visto in campo una buona squadra. Con questa vittoria andiamo verso una situazione di classifica più tranquilla, con più sette punti rispetto la zona play-out. Con il Potenza non era una partita facile, lo dimostra il fatto che gli stessi giocatori poco tempo fa sono riusciti a strappare lo 0-0 sul campo della Salernitana».
Una piccola rivincita personale per Soglia anche la conferma da parte sua di Lerda: «sono contento. Non ho la controprova ma sono certo che se avessimo cambiato tecnico, non sarebbero mai arrivati dieci punti in quattro gare».
Per quanto concerne il post gara di Sorrento, Soglia intende chiarire alcune cose: «la mia non è stata affatto una strigliata. Dopo la partita con il Sorrento sono soltanto salito sul pullman della squadra ed ho chiarito alcuni concetti. Ho fatto soltanto quello che un presidente dovrebbe fare, non c'è stata alcuna strigliata da parte mia. I giocatori, poi, hanno dimostrato di possedere valori importanti».
Il patron del sodalizio di via Mazzarino esprime anche un giudizio sull'imminente sosta di campionato: «arriva nel momento ideale. Grazie alla sosta di Natale possiamo ricaricare le batterie».
Soglia, infine, ha le idee chiare anche sul mercato di gennaio: «adesso è presto per pensare al mercato. Pensiamo a Lucca. Quando arriverà il mese di gennaio vedremo il da farsi. È chiaro che se troveremo elementi in grado di far fare il salto di qualità alla squadra ci muoveremo. Certamente non comprerò giocatori solo per riempire la casella degli acquisti. Verranno fatte delle operazioni solo se le stesse innalzeranno il livello tecnico della squadra. Sul gruppo attuale dobbiamo costruire il futuro».

Andrea Sacchini 19/12/2007