Simone Felci:«a Lanciano ci saranno tanti tifosi del Pescara. Questo ci aiuterà»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1675




PESCARA. Archiviata la delusione per la retrocessione, Simone Felci è stato l'unico della squadra deludente dello scorso anno ad essere rimasto a Pescara.
Considerando le delicate vicende societarie che il sodalizio biancazzurro stava attraversando in piena estate, è stata una scelta che ha confermato il suo grande attaccamento a questi colori sociali.
A metà agosto il giovane prodotto della primavera pescarese, infatti, era in procinto di accasarsi altrove.
Ternana, Foggia e Taranto si erano fatte avanti con insistenza per rilevare il cartellino del giocatore.
Il tempestivo intervento di Enzo Nucifora, l'allora direttore sportivo, ha però fatto saltare la trattativa.
Felci è rimasto e, fino ad ora, ha dato il suo importante contributo al campionato degli adriatici.
Molte azioni pericolose, in particolar modo affondo sulla destra e conseguente cross al bacio in area a cercare i propri compagni, sono sfociate in gol.
L'esterno biancazzurro in questa stagione, la migliore senza ombra di dubbio da quando è a Pescara, ha anche realizzato tre reti in tredici gare.
Due delle quali siglate sul campo dello Juve Stabia, risultate poi decisive per il successo finale.
Un buon bottino personale, soprattutto se viene messo a confronto dei due soli gol messi a segno in sessantadue gettoni di presenza nella sua esperienza biennale sempre in C1 con il Giulianova.

Riguardo le sue prestazioni personali, Felci è categorico: «sono contento ma devo ringraziare soprattutto i miei compagni. È chiaro che se la squadra gioca bene i singoli possono mettersi in evidenza».
Immancabile una domanda sulla prestazione molto buona di domenica con la Salernitana, che ha portato tre punti importantissimi per la classifica: «abbiamo disputato una gara positiva sotto tutti i punti di vista, dal gioco, alla cattiveria. Abbiamo dimostrato di essere una squadra con carattere. Avevamo preparato questa gara analizzando ogni minimo particolare ed è andata bene. Dobbiamo però continuare su questa strada».
Evidentemente, come detto a più riprese dal tecnico Franco Lerda, le parole del patron Soglia l'indomani del brutto rovescio di Sorrento sono state di fondamentale importanza nel dare uno scossone al gruppo. Felci conferma: «sono state importantissime. Il presidente teneva particolarmente a questa partita e noi l'abbiamo preparata bene, impegnandoci al massimo. Siamo davvero contenti di avergli fatto questo bel regalo».
L'esterno biancazzurro continua: «è stato essenziale anche il chiarimento tecnico giocatori di inizio settimana. Era un discorso che andava fatto in quanto da circa un mese e mezzo che non riuscivamo ad esprimerci ad alti livelli, come ci capitava ad inizio stagione. È stato molto costruttivo e domenica, sul campo, abbiamo visto tutti i risultati».
Secondo Felci, e non solo, i tre punti con la Salernitana hanno anche messo in risalto un pregio non indifferente del gruppo: «abbiamo dimostrato di saper vincere anche soffrendo e questo è importante soprattutto in un campionato difficile come questo. Avevamo davanti la capolista ed alcuni momenti di sofferenza erano inevitabili dato anche lo spessore tecnico degli avversari. Fortunatamente il momento difficile è capitato solo negli ultimi cinque, dieci minuti dopo la rete del due a uno».
Per il Pescara può essere il momento della svolta? L'ex centrocampista del Giulianova vuole restare con i piedi ben saldi a terra: «ogni domenica diamo il massimo cercando di fare più punti possibili. Per farli dobbiamo mettere in campo la stessa cattiveria vista con i campani. Se giochiamo così possiamo dare filo da torcere a qualsiasi squadra».
Domenica il Pescara è atteso a Lanciano nell'unico derby d'Abruzzo quest'anno in C1. Le aspettative dei tifosi sono tante e Felci è a conoscenza di questo: «sicuramente ci saranno tanti tifosi del Pescara. Oltre a farci naturalmente piacere, questo ci aiuterà a fare sempre meglio».
Al Biondi con lo stesso spirito dell'ultima settimana. Questa è la strada giusta per riportare a casa punti importanti: «abbiamo preparato la gara con il Lanciano come quella con la Salernitana. Al Biondi sarà dura in quanto i frentani stanno giocando bene ed hanno dimostrato in più occasioni di essere un osso duro. Gioca bene ed è una squadra compatta».

NOTIZIARIO

Allenamento fuori porta per il Pescara, impegnato ieri pomeriggio allo stadio comunale di Ortona. Tutti a disposizione del tecnico Franco Lerda, eccezion fatta l'esterno sinistro Vicentini, che ha lavorato a parte. Per oggi è prevista una singola seduta pomeridiana allo stadio Adriatico.
Prosegue nel frattempo la prevendita dei tagliandi del settore ospiti per il derby di domenica a Lanciano. Sono previsti un gran numero di sostenitori biancazzurri a seguito della squadra, anche se gli stessi stanno incontrando non poche difficoltà nell'acquisto dei biglietti (poche rivendite, terminali per l'emissione dei tagliandi non funzionanti ed altro...).

Andrea Sacchini 07/12/2007