Pallavolo. Il giudice sportivo cancella la vittoria al Pineto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1029



PINETO. Sul campo era finita 3-1 in classifica però la vittoria è andata all'avversario per 3-0.
In merito alla vicenda relativa alla partita Pineto – Vibo Valentia, vinta dal Pineto e assegnata invece a Vibo Valentia con decisione del Guf del 2/11, la società Pallavolo Pineto ha precisato di voler rispettare la sentenza anche se non risparmia contestazioni.
emana il seguente comunicato ufficiale.
«Ci preme sottolineare», spiega la società Pineto Framasil, «che la vicenda trae origine da una diversa interpretazione del regolamento gare e della normativa sul tesseramento on-line tra vari organi federali, come si evince chiaramente anche dalle motivazioni del provvedimento del giudice federale. Precisiamo inoltre che il giocatore Alexey Sanko era regolarmente tesserato al momento della disputa della gara in questione e dunque non vi era, né vi poteva essere alcun problema in merito, come invece erroneamente riportato da qualche organo di stampa».
La decisione del giudice attiene alla distinta gara, che andava diversamente compilata, scrivendo a penna il nome dell'atleta e non allegando l'autorizzazione dell'ufficio tesseramenti come invece ha fatto la Società.
«L'atleta Sanko», aggiunge la società,«è sceso in campo dopo un consulto telefonico tra il delegato tecnico ed il responsabile dell'ufficio tesseramenti ed un successivo chiarimento tra arbitri e delegato. La società Pallavolo Pineto non aveva alcun potere di far scendere in campo chicchessia senza che gli arbitri disponessero in merito, ma questa è materia di ricorso e verrà trattata nelle sedi competenti. Per ora rimane lo sconcerto per quanto avvenuto, avendo la nostra Società agito alla luce del sole ed essendosi perfettamente adeguata e conformata alle disposizioni dettate dagli arbitri e dagli organi federali».
La Framasil non nasconde di trovarsi in una situazione nuova nella quale nella quale, «oltre a difendere i diritti e gli interessi della Pallavolo Pineto, abbiamo il dovere di difendere i valori più veri e più sani di uno sport che amiamo profondamente come la pallavolo. E lo faremo fino in fondo».

Intanto si attende l'ultima fatica prima della sosta del campionato vedrà di scena domani al Pala Mercatone Uno la Framasil e la Divani & Divani Avellino.
L'immediato appuntamento casalingo servirà forse agli uomini di Fracascia per dimenticare più in fretta la sconfitta di Taviano, un match dal quale i gialloblu potevano forse ottenere qualche cosa in più se fossero riusciti a non gettare al vento il cospicuo vantaggio conquistato all'inizio del terzo set.
L'Avellino dopo la promozione in serie A ha pensato bene di irrobustire il proprio telaio con giocatori di esperienza, come gli schiacciatori Perez Moreno, Enoch e Kirchein. Gli irpini hanno vissuto una settimana particolare a causa del divorzio dal tecnico Narducci, al cui posto la società ha chiamato Nello Mosca che esordirà sulla panchina della Divani & Divani proprio a Pineto.
Per quanto riguarda la formazione iniziale Fracascia attende qualche responso dall'infermeria, da dove potrebbe uscire Bjelica , seppur non al top della forma. Il tecnico della Framasil quindi attenderà sino all'ultimo per decidere gli uomini da gettare nella mischia, ferme restando le certezze relative a Fabroni in regia, Russo e Sborgia al centro con Cacchiarelli libero.

L'incontro tra Framasil Cucine Pineto e Divani & Divani Avellino sarà diretto da Monica Carrara di Gorizia e Massimo Florian di Treviso.

03/11/2007 14.38