Renato Curi Angolana. Il direttore generale:«bilancio positivo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1551




CITTÀ SANT'ANGELO. Sono certamente poche le gare giocate fino a questo momento nel campionato nazionale di serie D, ma è già tempo di fare bilanci. Ovviamente non può che è essere positivo quello tracciato dalla società della Renato Curi Angolana che dopo otto giornate ha consolidato la seconda posizione in graduatoria e rimane imbattuta.
«Siamo molto soddisfatti – spiega il Dg nerazzurro, l'avvocato Claudio Croce -, per i risultati che stanno riportando i nostri ragazzi, soprattutto alla luce delle iniziali difficoltà che si trovavano nell'esprimere il nostro gioco, nonostante i punti messi da parte. Ma con il passare delle gare, abbiamo iniziato a prendere le misure: non dimentichiamo che siamo imbattuti e che abbiamo la miglior difesa ». Infatti l'Angolana risulta avere nello scorer del campionato alla voce “gol subiti” un numero "4" che rende merito agli sforzi di tutti nel non far filtrare palloni insidiosi per i nostri portieri nell'area di porta, merito anche delle prodezze, in questo caso, del giovane Fanti che è reduce da uno stage di allenamento con la nazionale under 18 che si conclude oggi a Coverciano: «Siamo orgogliosi – continua Croce – della convocazione in Nazionale di Federico Fanti, un giovane sul quale noi abbiamo puntato molto, insieme a tanti altri che si stanno comportando veramente bene ».
Ora la vetta è più vicina grazie al "passo falso" della Sangiustese contro il Grottammare: «Il nostro unico pensiero – sottolinea il Direttore generale – deve essere quello di continuare a lavorare come stiamo facendo, senza pensare a chi è davanti a noi o subito dietro, perché dobbiamo poter contare solo sulle nostre forze e non sugli eventuali "scivoloni" delle altre squadre. Inoltre, noi possiamo contare sulla professionalità e sull'apporto di tanti giocatori che si mettono completamente a disposizione a partire dal campo, passando per la panchina e arrivando anche in tribuna. Ma questo deve rappresentare un punto di forza – spiega – perché ora che ci aspettano tre partite a distanza ravvicinata, noi avremo a disposizione giocatori freschi, non appesantiti da 270 minuti sulle gambe, perché tutti sono in grado di scendere in campo e ciascuno di loro è pronto quando il mister lo chiama a dare il proprio contributo ».
Prima squadra a parte, commenti positivi arrivano anche per le giovanili: «L'approccio ai campionati nazionali degli Allievi e dei Giovanissimi non può che farci piacere – ha commentato Croce -. Per quanto riguarda i primi, abituati a disputare campionati regionali, si sono subito messi a lavoro per essere pronti contro squadre che non gli avrebbero certo reso la vita facile, e per i Giovanissimi che a parte il risultato di domenica scorsa contro la Lazio (squadra campione d'Italia) hanno giocato splendide partite salendo subito alla ribalta del loro girone ».
Buoni risultati arrivano anche per le squadre giovanili dell'Asd Poggio, società che rappresenta il serbatoio primario per la Rc Angolana per il reclutamento di giovani calciatori: «Al di là dei risultati – ha spiegato il presidente dell'Asd Poggio, Francesco Ciccarelli – siamo molto soddisfatti della risposta di tanti giovani che si avvicinano alla nostra società a partire da quelli della scuola calcio del Poggio fino a quelli del centro Oasi di Pescara dove abbiamo centinaia di iscritti ».
Un successo di risultati che pare abbia colpito, non poco, il mondo imprenditoriale locale: «Un riscontro – conclude Croce – che abbiamo sia per i risultati sia per l'organizzazione delle nostre strutture lo abbiamo quotidianamente con le aziende di tutto il territorio che si sono avvicinate alla nostra realtà e che continuano ad avvicinarsi, sposando i nostri progetti ».

24/10/2007 15.42