Angolana. Secondo posto e voglia di migliorare

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

976




CITTA' SANT'ANGELO – Sei gare disputate, tre pareggi e tre vittorie: è partita bene questa stagione per la Renato Curi Angolana. Certo, nelle prime giornate si è sentito troppo il lavoro sulle gambe, ma la squadra ha dei margini di miglioramento soddisfacenti: « E' il lavoro che paga – confessa senza mezzi termini mister Augusto Gentilini –. E' un lavoro che portiamo avanti dall'anno scorso – non a caso abbiamo raggiunto i playoff - e devo constatare che siamo migliorati molto, grazie all'applicazione e alla dedizione dei ragazzi e grazie anche alla società che ha messo la squadra in condizione di fare bene ».
Un inizio stagione dove magari non si è vista una squadra troppo determinata, ma in grado di controllare gli avversari: « Siamo un buon gruppo – prosegue il mister nerazzurro – ma per diventare una squadra bisogna lavorare ancora molto, migliorando sia da un punto di vista tecnico-tattico, sia sotto il profilo psicologico-caratteriale. C'è grande disponibilità da parte di tutti sia in campo che fuori e confido molto nella professionalità dei ragazzi affinché questo possa accadere e allora sì che ci toglieremo delle belle soddisfazioni ».
E domenica arriva il Bojano: «E' una partita difficilissima – conclude Gentilini – non dobbiamo sottovalutare assolutamente questa squadra: non è la solita frase fatta, ma è un dato di fatto. I molisani due settimane fa hanno rischiato di vincere contro la Narnese, una delle squadre più temibili di questo campionato. Sarà certamente dura, ma ce la giocheremo fino all'ultimo minuto ».

12/10/2007 9.23