Il futuro di Jarno Trulli è tinto di rosso

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2668

ABRUZZO. Che sia un'auto o un bel bicchiere il giovane pilota di Formula Uno, Jarno Trulli, ne è certo ci sarà del rosso nel suo prossimo futuro.
Da sempre si discute di un possibile passaggio alle “rosse” di Maranello. Alcuni anni fa le trattative sembravano giunte ad un buon punto per poter fare del pilota abruzzese il secondo di Michael Shumacher. Poi invece qualcosa non permise la formalizzazione dell'accordo. Ma il sogno è sempre lì ancora a portata di mano.
Nel frattempo nelle tenute di Francavilal al mare Trulli si dedica spesso anche personalmente alla coltivazione della vite ela produzione di vino che poi viene prodotto e imbottigliato, ricercato dai collezionisti e fan.
Il pilota si è raccontato a "Tu", il settimanale diretto da Anna Bogoni in edicola mercoledi' 3 ottobre.
«Io in Ferrari? Mi piacerebbe, e' il sogno di tutti. Domani vedremo».
Nonostante le aspirazioni verso la "rossa" di Maranello, il pilota abruzzese rispettera' gli impegni presi con la casa giapponese.
«Il contratto con la Toyota - spiega - scade a fine 2009 e ho accordi ben precisi per crescere insieme alla squadra. Ma il tempo corre, soprattutto in formula 1».
E, per non perdere le opportunita' che il presente gli offre, Trulli da sette anni produce anche vino.
«Con mio padre insieme a altri soci abbiamo pensato di fare qualcosa in Abruzzo, dove c'e' una grande tradizione vinicola. Mio nonno produceva vino. Chissa', magari sara' davvero il mio lavoro di domani».
Una vita, quella del produttore vitivinicolo, fatta di tranquillita' e natura, quasi diametralmente opposta a quella, frenetica, della formula 1.
«Per combattere lo stress mentale - confessa Trulli - la cosa migliore e' guidare».
E, prima delle gare, «la sera dormo tranquillamente e anche poco prima di salire in macchina». Come scaramanzia, poi, un amuleto: «Il mio portafortuna e' una valigia piena di oggetti che mi hanno regalato e al collo porto un corno rosso».

01/10/2007 13.03