Teramo bello e sfortunato. Con il Bassano è solo 1-1

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1142



TERAMO. Il Teramo al comunale non va oltre l'1-1 contro il Bassano al termine di novanta minuti gradevoli disputati da due formazioni tecnicamente molto valide.
I veneti in particolare rappresentano una delle compagini più attrezzate per il salto di categoria.
A bocce ferme, il pari va stretto agli uomini di Leonardo Rossi, che hanno dominato in lungo ed in largo i primi ottanta minuti della contesa.
Dopo il vantaggio al secondo minuto siglato di testa da Gardella sugli sviluppi di un calcio d'angolo dalla sinistra della porta ospite, il diavolo ha provato in tutte le maniere di chiudere il match senza purtroppo avere fortuna.
Il Teramo nella seconda parte della ripresa, dopo aver speso praticamente tutte le energie giocando a ritmo elevatissimo, logicamente è calato dal punto di vista fisico ed il Bassano ne ha approfittato colpendo di rimessa.
Gli ospiti crescono fino a trovare il punto del definitivo 1-1 con Lorenzini abile a ribattere in rete la prima conclusione di Cesca terminata sul palo.
Al 93esimo il diavolo rischia addirittura la beffa sul calcio di punizione dai 25metri di Berrettoni, sul quale si supera il portiere teramano che salva in angolo.
Malgrado l'1-1 finale sia un risultato non entusiasmante, da lodare è stato l'atteggiamento della squadra. Buona manovra e gioco fluido soprattutto nel primo tempo, unite ad un brillante gioco offensivo.
Sulle fasce gli ospiti hanno sofferto oltre modo le sgroppate di D'Alessandro e Margarita, tra i migliori della gara.
Buono anche l'apporto del pacchetto arretrato biancorosso, su tutti l'estremo difensore Ameltonis.
Per quanto riguarda la tenuta atletica, gli abruzzesi hanno pagato il fatto di aver potuto disporre in coppa Italia e nelle prime tre gare di campionato di una rosa ristretta di 16-17 elementi.
Con il punto di oggi il Diavolo sale ad ogni modo a quota quattro in classifica, a metà graduatoria in compagnia di Castelnuovo, Cuoiopelli e Rovigo.
Domenica il Teramo sarà chiamato alla conferma sul campo del San Marino, due lunghezze nelle prime tre giornate. Per l'occasione potrebbero essere della gara i neo acquisti dell'ultima sessione del calciomercato estivo, che arricchiranno sicuramente qualitativamente e numericamente la rosa degli abruzzesi. Su di loro, però, si dovrà verificare soprattutto la condizione fisica. Per quanto riguarda il Bassano, il club veneto prosegue la sua striscia di risultati positivi portandosi a quota sette in classifica, terza solitaria alle spalle della coppia capolista Reggiana-Portogruaro.

Andrea Sacchini 10/09/2007