Volley. Memorial "Barra Schiano", la Framasil è fuori, bene la Prisma Taranto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

932


PINETO. La Framasil Cucine non riesce ad accedere alla finalissima del Memorial "Barra Schiano". Pur combattendo ad armi pari per lunghi tratti con la Bre Banca Lannutti non riesce a strappare nemmeno un set a Cuneo.
Buone le indicazioni per Fracascia da un test nel quale sicuramente il risultato è ciò che conta meno. Percentuali in ricezione ed in attacco positive, a mancare è stato un pizzico di brillantezza nei frangenti decisivi dove il servizio dei piemontesi si è rivelato devastante, in particolare con Gonzalez, micidiale dalla linea dei nove metri.
La cronaca.
Fracascia parte con Fabroni in regia, Divis opposto, Russo e Sborgia al centro, Diogo e Kamphuis schiacciatori/ricevitori. Cacchiarelli è il libero. Dall'altra parte Silvano Prandi sceglie di cominciare con Gonzalez alzatore, Lasko opposto, Fortunato e Felizardo centrali, Wijsmans e Abbadi martelli di posto quattro con Vergnaghi libero. Parte fortissimo il sestetto di Cuneo con Gonzalez strepitoso in battuta ma lentamente, dallo 0-6 , i gialloblu si riorganizzano e con Diogo e Divis iniziano a macinare punti. Al time out tecnico il distacco è di 3 punti, 5-8. Kamphuis inizia a dare il suo contributo ed alla seconda sosta il divario è di sole due lunghezze. Diogo pesca un incrocio delle linee per il 17-19, poi Kamphuis con un ace annulla un set point e porta il punteggio sul 23-24. A chiudere la frazione ci pensa Lasko sul quale non riesce a difendere Cacchiarelli. Il libero del Pineto è tentacolare sulle bordate del Cuneo dimostrando di aver raggiunto già una buona condizione.
Nel secondo set il copione è invertito. Parte a razzo la Framasil Cucine guidata dai centrali Russo e Sborgia. Ancora una volta però è la battuta della Bre Banca Lannutti a fare la differenza, con Wijsmans e Gonzalez sugli scudi. Il cubano innesta il turbo ed al secondo time out tecnico i piemontesi completano il sorpasso sul 13-16. L'ace di Fabroni riporta sotto i padroni di casa che devono arrendersi alla fiammata ospite. Lasko sigla il 21-19, Fracascia chiama il time-out, i suoi ragazzi rispondono bene e con Sborgia si portano sul 22-21. Qualche errore di troppo porta alla chiusura del set:23-25.
Si cambia campo e stavolta le due formazioni procedono a braccetto.
Grande equilibrio, nessuna delle due squadre riesce a dare la scossa. Fracascia cerca di sfruttare i centimetri di Lorenzi ma a decidere sono due piccoli errori di disattenzione della Framasil, figli del lavoro di preparazione di queste settimane che tolgono qualcosa dal punto di vista della lucidità. Divis cerca di riaprire il match ma non c'è nulla da fare. 22-25 e Cuneo vola in finale contro la Prisma Taranto. Per Pineto domani la sfida per il terzo posto sarà con la M. Roma.
Framasil Cucine Pineto - Bre Banca Lannutti Cuneo 0-3 (23-25, 23-25, 22-25 )
Framasil Cucine Pineto: Fabroni 1, Sulpizii ne, Lorenzi 2, Daldello ne, Lampariello , Mancini , Diogo 10, Sborgia 9, Kamphuis 9, Russo 3, Cacchiarelli (L), Divis 10. All. Fracascia.
Bre Banca Lannutti Cuneo: Wijsmans 14, Felizardo 7, Parodi ne, Lasko 15, Vergnaghi (L), Fortunato 9, Curti , Abbadi 3, Marlon , Battilotti , Rosso ne, Gonzalez 6. All. Prandi.
Arbitri: Caldarola di L'Aquila e Centurione di Chieti.
Battute (errori/punti): Framasil Cucine Pineto 10/4 , Bre Banca Lannutti Cuneo 17/5.

PRISMA TARANTO IN SEMIFINALE

La Prisma Taranto si impone con autorità nella prima semifinale del Memorial "Barra Schiano", eliminando la M.Roma in tre soli set. Assai combattuto il primo parziale con i capitolini capaci di rimontare proprio sul finale di frazione lo svantaggio che li aveva sempre visti sotto durante tutto il parziale.
Dal 17-21 al 25-25 con Marshall protagonista di alcuni colpi formidabili. Il neo-acquisto sfodera lampi di autentica classe ma gli schiacciatori pugliesi si dimostrano già in forma campionato con Vissotto, Castellano e Patriarca sugli scudi. Orchestrati da un Nuti in serata di grazia i tarantini riescono a portare a casa il primo set. Stessa musica nel parziale successivo. Accelerazione bruciante della Prisma che porta al primo time out tecnico sul punteggio di 8-2. Roma lentamente riprende il filo del gioco e tenta di ricucire lo strappo. Marshall attacca da tutte le posizioni ma non è sufficiente a riportare in parità lo score. Dal 19-21 si passa in un attimo al 25-20 per Taranto. Due a zero al cambio di campo.
Reazione d'orgoglio della M.Roma che porta sull'8-6. Si prosegue a braccetto fino al secondo time out tecnico, ma da quel momento in poi è la Prisma a spingere il suo gioco, con percentuali di positività in attacco che superano il 65%. Per Hernandez e soci non c'è nulla da fare e Taranto va in finale con un 25-21 al terzo set.
Prisma Taranto - M.Roma Volley 3-0 (31-29, 25-20, 25-21)
Prisma Taranto: Latelli (L) 1, Nagy 9, Durante , Patriarca 14, Castellano 15, Nuti 2, Vulin 9, Ardu, Idi ne, Vissotto 15. All. Totire.
M.Roma Volley: Coscione , Tofoli ne, Marshall 20, Molteni 8, Giretto 4, Hernandez 9, Bognacini ne, Morelli ne, Semenzato 7, Romero (L), Rossi ne. All. Serniotti.
Arbitri: Ippoliti della sezione di Pescara e Memmo della sezione di Lanciano.


08/09/2007